Parco nazionale del Monte Kenya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 0°07′26″S 37°20′12″E / 0.123889°S 37.336667°E-0.123889; 37.336667

Parco nazionale del Monte Kenya
Mount Kenya National Park
Tipo di area Parco nazionale
Class. internaz. IUCN category II
Stati Kenya Kenya
Superficie a terra 117 km²
MtKenyaMackinder.jpg
Sito istituzionale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Gnome-globe.svg Riserva della biosfera
Parco nazionale del Monte Kenya
(EN) Mount Kenya National Park
Tipo Naturali
Criterio (vii) (ix)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1978
Scheda UNESCO (EN) Patrimonio
(FR) Patrimonio

Il Parco nazionale del Monte Kenya, istituito nel 2008, protegge la regione che circonda il Monte Kenya. In precedenza si trattava di una riserva forestale, che attualmente contiene il parco.[1] Nell'aprile 1978 l'area divenne una Riserva della biosfera dell'UNESCO.[2] Il parco nazionale e la riserva forestale, uniti, divennero patrimonio dell'umanità nel 1997.[3]

Il governo keniota ebbe quattro motivi per la creazione del parco nazionale attorno al Monte Kenya. Si trattava dell'importanza del turismo per l'economia locale e nazionale, per preservare un ambiente di grande bellezza scenica, per conservare la biodiversità presente all'interno del parco e per la difesa del bacino idrografico dell'area circostante.[4]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Il parco nazionale ha un'area di 715 km², la maggior parte dei quali si trova oltre i 3000 metri.[2][4] La riserva forestale ha una superficie di 705 km². Combinati formano il patrimonio dell'umanità per complessivi 1420 km².[2]

Una piccola parte dei confini del parco, nelle zone densamente popolate, hanno recinzioni elettrificate che tengono gli elefanti lontani dai campi agricoli adiacenti.[5] Sedimenti vulcanici sul suolo circostante, uniti alla grande quantità di acqua dolce che scende dalle pendici del monte, rendono l'area particolarmente favorevole all'agricoltura.[6]

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Ad un'altitudine minore gli animali più diffusi sono i colobus ed altre scimmie, ed i bufali neri.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kenya Wildlife Service, Mount Kenya National Park, 2007. URL consultato il 23 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2007).
  2. ^ a b c United Nations Environment Programme, Protected Areas and World Heritage, 1998. URL consultato il 23 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2007).
  3. ^ Nazioni Unite, Mount Kenya National Park/Natural Forest, 2008. URL consultato il 23 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2006).
  4. ^ a b Francis Ndegwa Gichuki, Threats and Opportunities for Mountain Area Development in Kenya in Ambio, vol. 28, n. 5, Royal Swedish Academy of Sciences, agosto 1999, pp. 430-435.
  5. ^ Francis Ojany, Mount Kenya and its Environs: A review of the interaction between mountain and people in an equatorial setting in Mountain Research and Development, vol. 13, n. 3, International Mountain Society, agosto 1993, pp. 305-309. DOI:10.2307/3673659. URL consultato il 25 maggio 2007.
  6. ^ Heinrich Speck, Soils of the Mount Kenya Area: Their formation, ecology, and agricultural significance in Mountain Research and Development, vol. 2, n. 2, 1982, pp. 201-221.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità