Papaveraceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Papaveraceae
Papaver rhoeas mak polny small.jpg
Papavero comune (Papaver rhoeas)
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Papaverales
Famiglia Papaveraceae
Juss., 1789
Classificazione APG
Ordine Ranunculales
Famiglia Papaveraceae
Generi
  • Vedi testo

Le Papaveracee (Papaveraceae Juss., 1789) sono una famiglia di piante angiosperme dicotiledoni contenente circa 450 specie.


Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono in massima parte erbacee, solo raramente lianose, arbustive o arboree, per lo più dotate di vasi laticiferi. Le foglie sono distanziate e spesso frastagliate. I fiori, bisessuati, sono di regola binari; possono essere singoli o in infiorescenze, cioè raggruppati secondo una precisa disposizione lungo una porzione di stelo. I fiori hanno due sepali che generalmente cadono presto, una corolla fatta da quattro petali liberi, due o più stami e un ovario supero contenente parecchi ovuli. Il frutto è generalmente capsulato.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia risiede nelle regioni temperate e subtropicali dell'emisfero settentrionale.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Le Papaveraceae sensu stricto, secondo il Sistema classificativo di Cronquist, appartengono all'ordine Papaverales.
Il sistema di Classificazione APG II colloca la famiglia nell'ordine Ranunculales, nel gruppo delle Eudicotiledoni, includendovi anche le specie delle famiglie Fumariaceae e Pteridophyllaceae.

Generi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica