Paola Frassinetti (santa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Paola Frassinetti
Paola frassinetti.jpg

Religiosa

Nascita 3 marzo 1809
Morte 11 giugno 1882
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 8 giugno 1930
Canonizzazione 11 marzo 1984
Ricorrenza 11 giugno

Paola Frassinetti (Genova, 3 marzo 1809Roma, 11 giugno 1882) fu una religiosa italiana, fondatrice della congregazione delle Suore di Santa Dorotea: nel 1984 è stata proclamata santa da papa Giovanni Paolo II.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Terzogenita di Giovanni Battista e Angela Frassinetti, rimase precocemente orfana di madre ed iniziò a dedicarsi ancora bambina alla cura della famiglia: ricevette la sua educazione in casa, dal fratello maggiore Giuseppe, poi sacerdote nella parrocchia di San Pietro di Quinto, che poi seguirà nelle parrocchie dove egli verrà inviato a svolgere il suo servizio pastorale.

Presto inizia a progettare di fondare un istituto religioso e, il 12 agosto 1834, nel santuario di San Martino in Albaro, pronuncia i voti insieme a sette compagne: la Congregazione delle suore di Santa Dorotea, dedita all'educazione della gioventù, si diffonde rapidamente anche all'estero (fondò case anche in Portogallo e Brasile).

Nel 1841 si trasferì a Roma, dove nel 1844 papa Gregorio XVI le affidò la direzione del Conservatorio di Santa Maria del Rifugio, presso Chiesa di Sant'Onofrio al Gianicolo meglio noto come Conservatorio Torlonia.

Il culto[modifica | modifica sorgente]

Beatificata da papa Pio XI l'8 giugno 1930, è stata canonizzata da Giovanni Paolo II l'11 marzo 1984: è pertanto venerata come santa dalla Chiesa cattolica che ne celebra la memoria l'11 giugno.

Il suo corpo incorrotto è visibile sotto l'altare della Cappella delle Dorotee in via Salita Sant'Onofrio n. 38 - Roma.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 67256823 LCCN: no00072132