Orso grolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orso grolare
Polarbrown-1.jpg
Orso grolare al museo Rothschild di Tring
Dati generali
Etimologia orso grizzly + orso polare
Genitori Ursus maritimus × Ursus arctos horribilis
Presente in natura
Riproduzione
Fecondità  ?

L'orso grolare (chiamato anche grolare, prizzly o pizzly) è un raro ibrido che è stato riscontrato sia in cattività che in natura. Nel 2006, ne è stata confermata la presenza in natura grazie all'analisi del DNA di un orso dall'aspetto strano che era stato ucciso nell'Artico canadese[1]. In precedenza, esemplari ibridi erano stati creati in cattività e conservati negli zoo. L'orso di MacFarlane, a lungo considerato un criptide, potrebbe essere stato, in realtà, un esemplare di ibrido grizzly-orso polare.

Un certo numero di ibridi di orso polare sono stati descritti come ursidi ibridi, un termine che designa ogni ibrido tra due specie della famiglia Ursidae. Ibridi di orso polare ed orsi grizzly sono stati descritti ed uccisi, ma non sono disponibili analisi del DNA per verificare quali fossero gli antenati di questi orsi.

Presenza in natura[modifica | modifica wikitesto]

Con un caso confermato ed altri avvistamenti sospetti, gli zoologi hanno teorizzato come possano nascere ibridi selvatici. Sebbene le due specie siano geneticamente simili occupano nicchie ecologiche diverse. I grizzly tendono a vivere e riprodursi sulla terraferma. Gli orsi polari preferiscono l'acqua ed i ghiacci e si riproducono solitamente su questi ultimi. Alcune teorie sostengono che il riscaldamento globale abbia spinto gli orsi polari sulle isole a sud e si crede che questo abbia incrementato la frequenza di ibridi. Come sembra attestare l'enorme orso di MacFarlane, un misterioso animale noto solamente per un esemplare acquistato nel 1864, di tanto in tanto degli ibridi orso grizzly-orso polare potrebbero esserci sempre stati. Il primo incrocio certificato fu probabilmente l'orso scoperto nel 2006 il cui padre era un orso grizzly e la madre un'orsa polare. Gli ibridi sono più grossi degli esemplari comuni e crescono per tutta la vita senza mai fermarsi.

Scoperta del 2006[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 aprile 2006 Jim Martell, un cacciatore statunitense, trovò ed uccise un ibrido grizzly-orso polare nei pressi di Sachs Harbour, sull'isola di Banks, nei Territori del Nordovest, in Canada[1]. Martell si trovava a caccia di orsi polari con una licenza ufficiale ed una guida, al costo di 25.000 $, ed uccise quest'animale credendo che fosse un normale orso polare. Alcuni funzionari si interessarono però a questa creatura dopo aver notato che pur avendo la folta pelliccia bianco crema tipica degli orsi polari, era munita di lunghi artigli, di una gobba sul dorso, di una faccia corta e di macchie brune attorno agli occhi, sul naso, sul dorso e su un piede, tutte quante caratteristiche degli orsi grizzly. Se l'orso fosse stato identificato come un grizzly, il cacciatore avrebbe dovuto pagare una multa di 1000 dollari canadesi e trascorrere fino ad un anno in carcere[2].

Un test del DNA condotto dal Wildlife Genetics International in Columbia Britannica confermò che si trattava di un ibrido, la cui madre era un orso polare ed il padre un grizzly[1]. Era il primo caso documentato in natura[3], sebbene fosse noto che questo ibrido sarebbe stato possibile e che altri ursidi ibridi fossero stati prodotti in passato negli zoo.

Dopo qualche controversia, l'orso è ritornato in possesso di Martell.

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

Dalla scoperta del 2006, quando questo ibrido si ritrovò sotto le luci dei riflettori, i media si sono riferiti a questo animale con vari nomi portmanteau, come pizzly, grolar bear[4] e polizzly; nonostante tutto non ci fu un consenso generale per nessuno di questi termini. Gli ufficiali canadesi hanno suggerito di chiamarlo «Nanulak», dalle parole inuit indicanti l'orso polare (Nanuk) e l'orso grizzly (Aklak)[5]. Dopo una convenzione[6] è stato dichiarato che questo ibrido si può chiamare in due modi: il piccolo di un maschio di orso polare e di una femmina di grizzly verrebbe chiamato «orso pizzly», mentre quello di un maschio di grizzly e di una femmina di orso polare verrebbe chiamato «orso grolare». Se dai resti dell'esemplare del 1864 di MacFarlane - che è stato validamente descritto in base alle regole ICZN - si potesse confermare, tramite le analisi del DNA antico, che fosse un ibrido, per questi animali sarebbe disponibile il nome scientifico Ursus inopinatus.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Possibili ibridizzazioni tra specie diverse di orsi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Wild find: Half grizzly, half polar bear: Hunter bags what expert 'never thought would happen' in wild, MSNBC.MSN.com, 11 maggio 2006. URL consultato il 14 maggio 2006.
  2. ^ Hunter Shoots Hybrid Bear, Associated Press, 12 maggio 2006. URL consultato il 18 giugno 2006.
  3. ^ Polar bear or Grizzly - how about Pizzly?, IOL, 10 maggio 2006. URL consultato il 14 maggio 2006.
  4. ^ "Hunter may have shot grolar bear - or was it pizzly?", CBC North, 26 April 2006.
  5. ^ "Hybrid bear shot dead in Canada," BBC Science, 13 May 2006
  6. ^ Naming Conventions. A semi-scientific reference for hybrid naming conventions, with specific examples of big-cat hybrids.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi