Notomys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Notomys
Notomys cervinus - Gould.jpg
Notomys cervinus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Notomys
Lesson, 1842
Sinonimi

Ascopharynx
Podanomalus
Thylacomys

Specie

Vedi testo

Notomys (Lesson, 1842) è un genere di Roditori della famiglia dei Muridi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Notomys appartengono roditori di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 80 e 160 mm, la lunghezza della coda tra 120 e 205 mm e un peso fino a 100 g.[1]

Il cranio è arcuato, particolarmente nella regione parietale. Il rostro è compresso, la scatola cranica è arrotondata. Le creste sopra-orbitali sono mancanti mentre la bolla timpanica è grande.
Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 0 0 1 1 0 0 3
3 0 0 1 1 0 0 3
Totale: 16
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

La pelliccia è soffice. Le orecchie sono grandi. I piedi sono estremamente allungati, adattati per il salto. I cuscinetti plantari sono ridotti a 3 o 4. Il terzo dito è il più lungo, il secondo ed il quarto sono leggermente più corti, il quinto è estremamente ridotto. L'alluce è molto corto. Le zampe anteriori sono piccole, le dita sono normali. La coda è lunga con un ciuffo di peli terminale. Le femmine hanno due paia di mammelle inguinali. Nei maschi, e talvolta anche nelle femmine, della maggior parte delle specie è presente una sacca ghiandolare localizzata tra il collo ed il petto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è diffuso in Australia.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende 9 specie.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novak, 1999
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Notomys in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi