Nikolaj Borisovič Jusupov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto eseguito da Giovanni Battista Lampi

Principe Nikolaj Borisovič Jusupov, in russo: Николай Борисович Юсупов? (Mosca, 26 ottobre 1726Mosca, 15 luglio 1831), è stato un diplomatico russo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio unico di Boris Grigor'evič Jusupov, e di sua moglie, Irina Zinov'eva.

Diplomatico dal 1783 al 1789, nel 1788 venne nominato senatore. Dal 1791 al 1796 fu Direttore dei Teatri Imperiali sotto l'egida di Caterina la Grande, Paolo I e Alessandro I. Dal 1796 Consigliere civile, ha lavorato nel 1797 come direttore dell'Hermitage e per l'Armeria del Cremlino. Ministro della Proprietà dello Stato dal 1800 al 1816. Dal 1823 fu membro del Consiglio di Stato.

Fu un mecenate delle arti e appassionato di viaggi, parlava cinque lingue e intratteneva una corrispondenza con Voltaire. Come diplomatico, il principe viaggiò in tutta Europa, in Francia e a Versailles, dove incontro' Luigi XVI e Maria Antonietta, in Prussia, dove incontro' Federico il Grande, in Austria, dove ha incontrato l'imperatore Giuseppe II, e in Italia. Durante i suoi viaggi acquisto' una grande collezione d'arte per lo zar, in qualità di mediatore con gli artisti europei.

Raccolse anche una propria collezione di dipinti e oggetti d'arte, fino a raggiungere lo stesso livello di qualità di quella imperiale. La sua divenne una delle più ricche collezioni della Russia, comprendente oltre 600 dipinti, tra cui molti paesaggi, sculture, più di 20.000 libri e porcellane, la maggior parte dei quali esposti nella sua tenuta. Dopo la Rivoluzione del 1917 la sua vasta collezione fu suddivisa e collocata in diversi musei, anche se la maggior parte di essa è conservata presso l'Hermitage e il Museo Puškin. Nel 1809 commissionò a Jacques-Louis David l'opera Saffo e Faone. Nel 1810 acquistò il palazzo Archangel'skoe, trasformandolo in un lussuoso palazzo.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Nel 1793 sposò Tatiana Engelhardt (1769-1841), vedova di Michail Sergeevič Potëmkin. Ebbero due figli:

  • Boris (1794-1849)
  • Nikolaj

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì il 15 luglio 1831, durante un'epidemia di colera che colpì Mosca.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
Cavaliere dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme
Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro
Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie