Naji al-Ali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Naji al-Ali, (in arabo: ناجي سليم العلي) (Al-Shajara, 1937Londra, 29 agosto 1987), è stato un artista palestinese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in un villaggio vicino a Nazaret, in Galilea. Nel 1948 (anno della proclamazione dello stato di Israele e del conseguente esodo di parte della popolazione araba), all'età di 10 anni, emigra con la sua famiglia ad ‘Ain al-Helwa, uno dei campi profughi nel sud del Libano.

Produce i suoi primi disegni quando da incarcerato, per motivi politici, nelle prigioni libanesi. Nel 1961 al-Ali conosce Ghassan Kanafani, uno dei più noti intellettuali palestinesi (assassinato a Beirut nel 1972), che gli offre l'opportunità di pubblicare i suoi lavori nella rivista الحرية (al-Ḥurriyah "la libertà").

Con questo mezzo, Al-Ali inizia ad usare i suoi disegni come strumento di lotta politica nell'ambito della questione palestinese contro Israele. Il suo personaggio più noto è Handala, un bambino povero raffigurato sempre di spalle perché non d'accordo con la situazione attuale (mostrerà il suo volto solo quando la situazione cambierà).

Naji al-Ali viene assassinato nel 1987 a Londra. Il suo assassino non verrà mai identificato.


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

  • Handala, il personaggio più noto di Naji al-Ali

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40183853

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie