Montagne di Mourne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vista delle Mournes da St. John's Point, Contea di Down

Le Montagne di Mourne o Mournes ,[1] montagne granitiche che si trovano nella Contea di Down nel sudest dell'Irlanda del Nord, sono tra le più famose montagne della nazione. L'area circostante e un'area di eccezionale bellezza naturalistica ed è proposta come primo Parco nazionale dell'Irlanda del Nord. Le Mourne sono possedute in parte dalla National Trust e vedono un gran numero di visitatori ogni anno. La montagna più alta è Slieve Donard con i suoi 849 metri di altezza. Il nome Mourne deriva dal nome di un clan o setta di Scoti che si chiamavano Múghdorna.[2]

Le montagne[modifica | modifica sorgente]

I monti Mourne sono meta di molti turisti, hillwalkers, ciclisti e rock climbers. A seguito di una donazione nel 1993, la National Trust comprò circa 5,30 km² di terra delle Mourne. Questo include una parte di Slieve Donard e del vicino Slieve Commedagh, la seconda montagna del complesso con 767 metri di altezza.

Il Mourne Wall, visto da Hare's Gap

Il Mourne Wall è la caratteristica più famosa del luogo. Si tratta di un muro a secco di 35 km che attraversa quindici cime, costruito per segnare il confine dei 36 km² di terra posseduti dalla Northern Ireland Water alla fine del primo decennio del 1800. Questa seguì una serie di leggi che permettevano la vendita, e lo stabilimento per la fornitura di acqua dalle Mourne alla città di Belfast. La costruzione del Mourne Wall cominciò nel 1904 e fu completatata nel 1922.

Alcune montagne hanno il nome che comincia con Slieve, che deriva dalla parola irlandese sliabh, che significa montagna. Alcuni esempi sono Slieve Donard, Slieve Lamagan e Slieve Muck. Ci sono anche altri nomi curiosi: Pigeon Rock; Buzzard's Roost; Brandy Pad; the Cock and Hen; Percy Bysshe; the Devil's Coach Road; e Pollaphuca, che significa buco delle fate e degli spiriti.

I Mourne sono molto popolari come meta per molte spedizioni The Duke of Edinburgh's Award.

Flora e Fauna[modifica | modifica sorgente]

Oltre la comune erba, la pianta più comune che si trova sulle montagne Mourne è l'erica. Tra le tante specie qui possiamo trovare l'erica a foglie incrociate (erica tetralix), l'erica a campana (erica cinerea), e il brugo (Calluna vulgaris)). Altre piante che crescono nell'area sono: l'Eriophorum angustifolium, Rhodiola rosea, Campanula rotundifolia, Thymus serpyllum, e la Oxalis.

Le pecore pascolano in alto, e la zona è anche la casa di uccelli, tra cui il corvo comune, il falco pellegrino, lo scricciolo e la poiana, la pispola, la ballerina gialla, il saltimpalo e il beccaccino. Una volta era anche la casa dell'aquila reale, che non si vede dal 1836.

Parco Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Le montagne di Mourne sono state proposte come primo parco nazionale dell'Irlanda del Nord.[3][4] Il progetto è soggetto a delle controversie a causa del fatto che si tratta di un'area di proprietà privata, con più di 1.000 fattorie,[4] e inoltre a causa delle paure derivate dall'impatto sulle comunità locali, la burocrazia e i prezzi delle case.[5]

Cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Secondo le leggende locali fu su queste montagne che Emer McDaid, il famoso fauno della mitologia irlandese, andò a piangere dopo essere stato sconfitto dall'eroe scozzese Sunny in diverse maratone. Si dice che Sunny avrebbe tentato di raggiungere le montagne e sta tentando ancora oggi di trovare un modo per attraversare Canale del Nord.

Le montagne sono immortalate in una canzone scritta da Percy French nel 1896, "Mountains o'Mourne". La canzone è stat incisa in riverse occasioni, la versione più famose è di Don McLean.

Le montagne di Mourne ispirarono anche C.S. Lewis a scrivere Il leone, la strega e l'armadio.[6][7]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Joyce, P W. Irish Local Names Explained. BiblioBazaar, LLC, 2009. Page 71.
  2. ^ Placenames Database of Ireland
  3. ^ Minister paves the way for national park in the Mournes, Northern Ireland Planning Service, 25 settembre 2002. URL consultato l'11 ottobre 2009.
  4. ^ a b Tom Peterkin, Mourne Mountains national park status row in Daily Telegraph, 29 agosto 2007. URL consultato l'11 ottobre 2009.
  5. ^ Martin Cassidy, Community split over national park, BBC News, 23 febbraio 2007. URL consultato l'11 ottobre 2009.
  6. ^ Discover Northern Ireland: Mourne Mountains Page
  7. ^ Awesome Stories - Mourne Mountains

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]