Mike Parkes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Parkes
Mike Parkes 1969 kl.JPG
Dati biografici
Nome Michael Johnson Parkes
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1959, 1966-1967
Scuderie Fry, Ferrari
Miglior risultato finale 8° (1966)
GP disputati 6
Podi 2
Punti ottenuti 14
Pole position 1
 

Michael Johnson Parkes, detto Mike (Richmond upon Thames, 24 settembre 1931Riva presso Chieri, 28 agosto 1977), è stato un pilota automobilistico inglese. Corse anche in Formula 1 per la Ferrari, ma più che alle competizioni di monoposto il suo nome è maggiormente legato alle competizioni con vetture a ruote coperte, dove ottenne molte vittorie apparendo nell'albo d'oro delle maggiori gare di durata.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un collaudatore,[1] iniziò a dedicarsi al mondo delle corse piuttosto tardi,[1] partecipando a gare con vetture Sport Prototipo e tentando di qualificarsi al Gran Premio di Gran Bretagna.

Visti i buoni risultati nel 1963 venne assunto dalla Scuderia Ferrari, con cui gareggiò per tutta la sua carriera.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Mike Parkes durante il Gran Premio d'Olanda 1966

Dopo diversi successi nelle gare di durata, la squadra italiana decise di fargli disputare alcune corse in Formula 1. Il suo anno migliore fu il 1966, in cui ottenne due secondi posti sacrificandosi nel Gran Premio di Monza per far vincere il compagna di squadra Scarfiotti.

Poi, però, nel 1967 ebbe un incidente al Gran Premio del Belgio, in cui riportò fratture alle gambe, ai polsi e una forte commozione cerebrale, che mise fine alla sua carriera.[1]

Risultati completi[modifica | modifica wikitesto]

1959 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg US flag 49 stars.svg Punti Pos.
Fry F2 NQ 0
1966 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Punti Pos.
Ferrari 312 F1 2 Rit Rit 2 12
1967 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Canada.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Punti Pos.
Ferrari 312 F1 5 Rit 2 18º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Gli anni dopo la Formula 1 e la morte[modifica | modifica wikitesto]

Costretto a terminare la sua carriera automobilistica, rimase comunque nel mondo dei motori, occupando ruoli dirigenziali. Gestì, quindi, il reparto corse della Ferrari e successivamente passò alla Lancia, in cui era addetto allo sviluppo di un modello Stratos da utilizzare nelle competizioni a ruote coperte.[1]

Trovò, però, la morte il 28 agosto del 1977, quando, mentre rientrava a Torino, rimase vittima di un incidente stradale a Riva presso Chieri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Si è schiantato nella curva della morte l'ex campione della Ferrari Mike Parkes in La Stampa, 30 agosto 1977, p. 4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 5537939