Merca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la tecnica di allevamento, vedi Merca (allevamento).
Merca
città
Marka
Merca – Veduta
Localizzazione
Stato Somalia Somalia
Regione Basso Scebeli
Distretto Merca
Territorio
Coordinate 1°42′53.4″N 44°46′12″E / 1.714833°N 44.77°E1.714833; 44.77 (Merca)Coordinate: 1°42′53.4″N 44°46′12″E / 1.714833°N 44.77°E1.714833; 44.77 (Merca)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 350 000 (2007)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Somalia
Merca

Merca (Marka in somala, مركة in arabo) è un porto nella Somalia meridionale sull'Oceano Indiano. È il capoluogo e città principale della regione di Shabeellaha Hoose e la sua popolazione ammonta a circa 350.000 abitanti[1].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Merca si trova nella costa sud-occidentale della Somalia, a circa settanta chilometri ad sud-ovest di Mogadiscio. Il suo centro sorge su un piccolo promontorio, limitato ad ovest dal porto, ora in rovina. A nord la città è chiusa da alte dune costiere.

Scorcio di Merca, a destra il pontile ora distrutto.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città fu stabilita nel VII secolo dal clan Bimal. I primi somali arrivarono nell'area di questa città già nel VI secolo e iniziarono a controllare i commerci della regione. Nel 1842 vi sbarcò William Christopher, nel 1847 da Guillain e, ventitré anni dopo, su richiesta dei Bimal venne occupata dai soldati del sultano di Zanzibar. La convivenza tra i due popoli durò poco e i Bimal vennero presto scacciati dalla città. Nel 1893 passò sotto il controllo degli Italiani, che restaurarono le mura arabe che cingevano il centro cittadino. Ma anche i nuovi dominatori dovettero combattere a lungo con i Bimal che, nel 1893 uccisero il tenente Maurizio Talmone e due anni dopo il residente Giacomo Trevis. Nel 1904, con l'abolizione della schivitù, i Bimal cinsero d'assedio la città per nove mesi. A causa delle malattie e delle sortite, la popolazione si ridusse di quattro quinti ma, con una serie di scontri a favore degli Italiani, i Bimal chiesero la pace. Nel maggio del 1905 la città si riprese e la popolazione aumentò. Era una città portuale usata come base militare di Sheikh Hassan contro i colonialisti europei.

Nel tardo XIX secolo la città è diventata nota per essere un'importante stazione balneare, nonostante gravemente danneggiata dalla Guerra civile somala.

Porto[modifica | modifica sorgente]

Il porto di Merca durante la dominazione italiana era il secondo della Somalia per quantità di merci trasportate, specialmente banane, ma il pontile di cui era servito venne distrutto durante la guerra civile.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ bevölkerungsstatistik.de

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]