Mazyr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mazyr
comune
(BE) Мазы́р
(RU) Мозырь
Mazyr – Stemma
Piazza Lenin
Piazza Lenin
Dati amministrativi
Stato Bielorussia Bielorussia
Voblasc' Homel'
Distretto Mazyr
Territorio
Coordinate 52°03′N 29°16′E / 52.05°N 29.266667°E52.05; 29.266667 (Mazyr)Coordinate: 52°03′N 29°16′E / 52.05°N 29.266667°E52.05; 29.266667 (Mazyr)
Superficie 36 km²
Abitanti 112 000 (2004)
Densità 3 111,11 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 247760
Prefisso +375-2351
Fuso orario UTC+2
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Bielorussia
Mazyr
Sito istituzionale

Mazyr (in russo Мо́зырь, in bielorusso Мазы́р, traslitt. Mazyr') è una città della Bielorussia di 112.000 abitanti, capoluogo della provincia omonima nella regione di Homel'. Si trova a circa 133 km a ovest di Homel e circa 320 km a sud di Minsk.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La città è situata sul fiume Pripjat', a 210 km a est di Pinsk e a 100 km a nord-est di Černobyl'. L'area urbana comprende Kalinkavičy e lungo il fiume conta 150.000 abitanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È una delle città più antiche della Bielorussia. I primi documenti scritti risalgono al 1155, quando il principe di Kiev Juri Dolgorukij cedette la sua in proprietà al principe di Černihiv Sviatoslav Olgovič. Durante la sua storia Mazyr fu parte dei principati di Kiev, Černihiv e Turov. Dalla metà del XIV secolo fu parte del Gran Principato di Lituania. Nel 1577 Mazyr ottenne il diritto di Magdeburgo.

In seguito all'incendio dell'inizio del XVII secolo il Castello di Mozyr e parte della città bruciarono completamente. Così nel 1609-1613 furono deliberati dei provvedimenti che obbligavano i cittadini a ricostruire la città e il castello. Nel XVII secolo vi fu l'insurrezione antifeudale.

Nel 1793 entrò a far parte dell'impero russo. Nel dicembre del 1917 nella città si stabilì il potere sovietico. Da febbraio a dicembre 1918 la città fu occupata dall'Esercito imperiale tedesco. Da marzo a giugno 1920 la città conobbe l'occupazione dei polacchi. Durante la seconda guerra mondiale la città fu occupata dai nazisti, dal 22 agosto 1941 al 14 gennaio 1944.

Nel 1954 Mazyr e la provincia di Mazyr entrarono a far parte della regione di Homel.

Nel 1986 la città soffrì pesantemente la caduta radioattiva dovuta al disastro di Černobyl'.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Mazyr è nota per la raffinerie di petrolio, la produzione di macchine e le filiere alimentari. È sede di una delle maggiori raffinerie di petrolio della Bielorussia. Il condotto di Druzhba trasporta l'olio grezzo dalla Russia e si biforca a Mazyr. Una branca del condotto è diretta in Polonia e l'altra in Ucraina.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]