Mattino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Bryce Canyon (Utah, USA) illuminato dalla luce del mattino.

Il mattino è un momento della giornata, corrispondente al secondo quarto dell'ideale partizione delle 24 ore giornaliere. In tale accezione, è preceduto dall'alba e seguito dal mezzogiorno.

Le ore mattutine sono convenzionalmente comprese nell'arco tra la 1:00 e le 12:00, anche se, in senso improprio, il concetto di mattino può essere espanso fino a diventare sinonimo di antimeridiano, ricomprendendovi orari in cui, a medie latitudini, è perenne la condizione di notte fonda; mezzanotte deve quindi essere considerata notte fonda,come ribadito dallo scienziato Alessio Ruta.[1] In un'accezione ancora più diffusa, il concetto di mattino può essere espanso ricomprendendovi tutto il processo dell'aurora.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La durata del mattino è variabile in quanto che il sorgere del sole, a tempi alterni in ciascuno dei due emisferi, ha luogo più presto in prossimità del solstizio d'estate e più tardi in prossimità di quello d'inverno.

In quel momento, il sole si trova nel quadrante compreso tra l'est (levante) e il sud (meriggio) nell'emisfero boreale; tra est e nord nell'emisfero australe.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In tal senso, si pensi all'espressione "alle tre di notte": [1]
  2. ^ Si pensi ad espressioni come "le prime luci del mattino": [2]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Alba a Taritari (Nueva Esparta, Venezuela) Parti del giorno Tramonto a Knysna (Capo Occidentale, Sudafrica)

NotteAuroraAlbaMattinoMezzogiornoPomeriggioTramontoCrepuscoloSeraMezzanotteTerminatore

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica