Martin Esslin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Martin Julius Esslin, nato Julius Pereszlényi (Budapest, 6 giugno 1918Londra, 24 febbraio 2002), è stato uno scrittore, traduttore e giornalista ungherese, nazionalizzato britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Budapest, si trasferisce da bambino con la famiglia a Vienna. Nella capitale austriaca si iscrive all'università, dove studia lingua inglese e filosofia. Di origine ebraica, si allontana nel 1938 a seguito dell'Anschluss tedesco-austriaca. Nel 1940 viene assunto dalla BBC dove si occupa di drammaturgia e critica teatrale, coniando e definendo il Teatro dell'assurdo. Malato di Parkinson, muore a Londra nel 2002.