Maria Redaelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Redaelli in occasione del suo 113º compleanno il 3 aprile 2012.

Maria Redaelli vedova Granoli (Inzago, 3 aprile 1899Novate Milanese, 2 aprile 2013) è stata una supercentenaria italiana, vissuta 113 anni e 364 giorni,[1] che ha detenuto il titolo di decana d'Italia e d'Europa; occupa il quarto posto tra le persone più longeve nate e vissute in Italia e mantiene tuttora il titolo di persona più longeva nata in Lombardia. È stata infine una delle cento persone più longeve di sempre[2].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Maria Angela Redaelli era nata il 3 aprile 1899 ad Inzago (Provincia di Milano) da Carlo Redaelli e Marina Gorla; la coppia ebbe altri 3 figli. Fin da giovane, lavorò come "maestra di filanda", attività in cui era impiegato anche il padre e che continuò per oltre 40 anni. Nel settembre 1923 sposò Gaspare Granoli (1898-1979) dal quale ha avuto due figli: Carla (1925) e Luigi (1930-2004). Nel 1954 si trasferì col marito a Sesto San Giovanni dove lui era operaio alle Breda Fucine. Nel 1974 la famiglia si spostò a Novate Milanese e dopo la morte del marito nel dicembre 1979, la signora Redaelli andò a vivere in casa della figlia Carla e del nipote Ivano dove è rimasta per il resto della sua vita.

Ultimi anni[modifica | modifica sorgente]

Nonostante fosse assistita, ha mantenuto fino all'ultimo una buona salute (basti pensare che era stata ricoverata in ospedale per la prima volta a 104 anni in seguito alla rottura del femore) ed ha conservato sempre grande lucidità e buona memoria; riusciva inoltre a camminare anche senza alcun ausilio.

È sempre stata una grandissima tifosa dell'Inter e nel 2004 aveva ricevuto la visita del calciatore interista Iván Córdoba. Pare conservasse un buon ricordo di Giuseppe Meazza, ma il suo idolo era sempre stato Sandro Mazzola e più recentemente Christian Vieri che sempre nel 2004 le dedicò un gol durante una partita. Nel 2007 era riuscita a ricevere la visita anche del capitano della squadra Javier Zanetti.

Il 24 febbraio 2012, in seguito alla morte di Rosa Stella Nardari, divenne la decana d'Italia e l'8 giugno 2012, con la scomparsa di Marie-Thérèse Bardet, diventò anche decana d'Europa.

Il 3 aprile 2012 aveva festeggiato il suo 113º compleanno con una grande festa presso Villa Venino a Novate Milanese, organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con l'Inter Club del paese; Accompagnata da un'auto della Polizia di Stato nella piazza principale della città, trovò ad omaggiarla il sindaco Lorenzo Guzzeloni e tutti i suoi concittadini. Alla festa presenziarono anche Bedy Moratti, sorella dell'ex presidente dell'Inter Massimo ed Ernesto Paolillo, amministratore delegato della società, che le regalarono una maglia della squadra col numero 113 e le porsero gli auguri di tutti i giocatori[3].

Il 2 aprile 2013, appena un giorno prima di compiere 114 anni, si è spenta serenamente nel sonno nella sua casa a Novate Milanese.[4][5]
Le sopravvivono una figlia, due nipoti e tre pronipoti.

Traguardi di longevità[modifica | modifica sorgente]

Prima del 2012

  • Il 3 aprile 2009 Maria Redaelli raggiunge l'età supercentenaria.
  • Il 9 maggio 2009, all'età di 110 anni e 36 giorni, il suo caso viene convalidato dal Gerontology Research Group.
  • Il 18 maggio 2010, all'età di 111 anni e 44 giorni, superando Orsola Perego, diviene la persona più longeva mai nata in Lombardia.
  • Il 7 ottobre 2011, all'età di 112 anni e 187 giorni, superando Lina Grotta, entra nella lista dei 10 italiani più longevi di sempre.

2012

  • Il 24 febbraio 2012, all'età di 112 anni e 238 giorni, in seguito alla morte di Rosa Stella Nardari, diviene l'italiana vivente più longeva residente in Italia.
  • L'8 giugno 2012, all'età di 113 anni e 66 giorni, in seguito alla morte di Marie-Thérèse Bardet, diviene la persona vivente più longeva in Europa.
  • Il 13 settembre 2012, all'età di 113 anni e 164 giorni, superando Maria Teresa Fumarola, diviene la terza persona più longeva d'Italia.
  • Il 17 dicembre 2012, all'età di 113 anni e 258 giorni, in seguito alla morte di Dina Manfredini, diviene l'italiana vivente più longeva.

2013

  • Il 10 gennaio 2013, all'età di 113 anni e 282 giorni, entra nella lista delle 100 donne più longeve di sempre.
  • Il 12 gennaio 2013, all'età di 113 anni e 284 giorni, in seguito alla morte di Koto Okubo, diviene la terza persona vivente più anziana al mondo.
  • Il 24 febbraio 2013, all'età di 113 anni e 327 giorni, superando Clara Huhn, entra nella lista delle 100 persone più longeve di sempre.
  • Il 2 aprile 2013, all'età di 113 anni e 364 giorni, si spegne proprio alla soglia del 114º compleanno.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ È morta nonna Redaelli, la donna più anziana d'Europa
  2. ^ Lista_delle_100_persone_più_longeve_accertate
  3. ^ 113 anni di Maria Redaelli di Novate Milanese
  4. ^ Addio a Maria, la nonna d'Europa A un passo dal gol dei 114 anni - News Wineuropa.it
  5. ^ La nonna più longeva d'Europa si è spenta serenamente nel sonno un giorno prima di festeggiare la sua centoquattordicesima primavera

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Decana d'Italia Successore
Rosa Stella Nardari 24 febbraio 2012 - 2 aprile 2013 Emma Morano
Predecessore Decana d'Europa Successore
Marie-Thérèse Bardet 8 giugno 2012 - 2 aprile 2013 Emma Morano
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie