Marco Villa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Marco Villa (calciatore).
Marco Villa
Marco Villa.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pista
Ritirato 2008
Carriera
Squadre di club
1994-1995 Amore & Vita Amore & Vita
1996-1997 Brescialat Brescialat
1998-1999 Cantina Tollo Cantina Tollo
2000-2001 Alexia Alluminio Alexia Alluminio
2002 Index Index
2003-2004 Formaggi Pinzolo F. Formaggi Pinzolo F.
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Bronzo Sydney 2000 Americana
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Bogotà 1995 Americana
Oro Manchester 1996 Americana
Argento Perth 1997 Americana
 

Marco Villa (Abbiategrasso, 8 febbraio 1969) è un ex pistard e ciclista su strada italiano, due volte campione del mondo nell'Americana in coppia con Silvio Martinello.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da juniores diventò campione italiano nell'individuale a punti nel 1988, ma in seguito si contraddistinse come buon inseguitore, con tre titoli italiani consecutivi fra il 1989 e il 1991 nella specialità a squadre. Nel 1989 ha vinto pure il bronzo mondiale della specialità a squadre mentre nell'individuale a punti ha conquistato l'oro nel 1991 ai Giochi del Mediterraneo.

Divenuto professionista nel 1994, non ha avuto molto successo in strada dove ha conquistato solo una vittoria. I suoi maggiori successi arrivano dalla pista, con i titoli mondiali dell'americana nel 1995 e nel 1996, nonché della medaglia di bronzo olimpica del 2000.

Dedicatosi alle Sei giorni, nel 2000 ha trionfato nel prestigioso evento di Berlino; è stato a lungo tra i migliori nella specialità, facendo per lungo tempo coppia con Silvio Martinello e, in seguito, anche con Paolo Bettini.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati del mondo, Americana (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Grenoble (con Silvio Martinello)
Campionati italiani, Americana (con Silvio Martinello)
Campionati del mondo, Americana (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Bassano del Grappa (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Brema (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Milano (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Bordeaux (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Milano (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Medellín (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Bordeaux (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Zurigo (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Berlino (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Copenaghen (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Bassano del Grappa (con Adriano Baffi)
Sei giorni di Gand (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Milano (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Berlino (con Silvio Martinello)
Sei giorni di Stoccarda (con Silvio Martinello)
Sei giorni delle Rose (con Ivan Quaranta)
Sei giorni di Torino (con Ivan Quaranta)
Sei giorni delle Rose (con Ivan Quaranta)
Sei giorni di Grenoble (con Adriano Baffi)
Sei giorni di Amsterdam (con Silvio Martinello)
Seis horas de Euskadi
Seis horas de Euskadi (con Franco Marvulli)
Sei giorni di Torino (con Ivan Quaranta)
Sei giorni di Torino (con Sebastián Donadio)
Tre giorni di Pordenone (con Fabio Masotti)
Sei giorni delle Rose (con Franco Marvulli)

Strada[modifica | modifica wikitesto]

8ª tappa Coca Cola Trophy

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica a punti Bicicletta Basca
Circuito di Calcinate
Dahme Trophy (Criterium)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Bordeaux 2006 - Americana: 13º
Palma di Maiorca 2007 - Americana: 12º

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 3 ottobre 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Marco Villa. URL consultato l'8 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]