Lucio Campiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Campiani (Mantova, 16 settembre 1822Mantova, 4 novembre 1914) è stato un musicista italiano.

Lucio Campiani</ref>

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Mantova, lapide sulla casa

Figlio d'arte, nacque a Frassino di Mantova da Michele, oboista, e da Anna Cella, pianista, dai quali apprese i primi elementi di musica studiando il pianoforte, la viola.

A diciotto anni si trasferì a Bologna al liceo musicale e fu allievo di Gioachino Rossini, che riconobbe le sue grandi capacità artistiche. Nel 1856, conosciuto il talento, venne invitato a Bergamo dal famoso compositore Amilcare Ponchielli.

Nel 1864 ottenne la cattedra di insegnante presso la neonata Scuola di Musica di Mantova e per le sue doti di valente organista fu nominato Maestro di Cappella della cattedrale.

Nel 1905 si ritirò a vita privata e si spense a 92 anni nel 1914.

Fu valente compositore di musica sacra e profana. Mantova gli ha intitolato il Conservatorio di Musica.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Mantova, Palazzo dell'Accademia, sede del Conservatorio Campiani
  • Composizioni per coro e orchestra
  • Composizioni per canto e pianoforte
  • Composizioni cameristiche destinate alla liturgia
  • Magnificat
  • Messe da requiem per orchestra
  • Il Consiglio dei dieci
  • Il campanaro del cimitero
  • Don Lopez d'Almeida
  • Alberto di Saviola
  • Bernabò Visconti
  • Taldo


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]