Locomotiva LNER A1 Peppercorn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LNER A1 Peppercorn Class
Locomotiva a vapore
La locomotiva 60155 Borderer nel deposito di Gateshead nel 1964.
La locomotiva 60155 Borderer nel deposito di Gateshead nel 1964.
Anni di progettazione 1946-1948
Anni di costruzione 1948-1949, 2008 (vedi il testo)
Anni di esercizio 1948-1965
Quantità prodotta 49+1
Costruttore Doncaster Works, Darlington Works, A1 Steam Locomotive Trust
Dimensioni 22.220 x 2.820 x 3.990 mm
Scartamento 1.435 mm
Massa in servizio 168,8 t
Massa aderente 67,7 t
Tipo di motore a vapore surriscaldato
Alimentazione carbone
Velocità massima omologata 160 km/h
Rodiggio 2'C1'
Diametro ruote motrici 2030 mm
Portanti anteriori 970 mm
Portanti posteriori 1120 mm
Distribuzione Walschaerts
Numero di cilindri 3 (2 esterni e 1 interno)
Diametro dei cilindri 480 mm
Corsa dei cilindri 660 mm
Superficie griglia 4,65 
Superficie riscaldamento 228,67 m²
Superficie surriscaldamento 62,14 m²
Pressione in caldaia 17,25 bar
Potenza massima 2000 kW
Forza di trazione massima 166,3 kN
Dati tratti da:
Crisafulli, pp. 879-887; Glancey, p. 197; Crisafulli, pp. 22-27.

Il gruppo A1 Peppercorn della London & North Eastern Railway (LNER) fu un tipo di locomotiva a vapore per treni viaggiatori espressi.

Furono progettate da Arthur Henry Peppercorn, che fu l'ultimo chief mechanical engineer (CME) della LNER, e costruite in 49 unità nel 1948-1949, a cavallo della nazionalizzazione (le ultime furono consegnate alla British Railways).

Radiate e demolite tutte entro il 1966. rimasero nella considerazione degli storici e degli appassionati come uno dei migliori gruppi di locomotive a vapore del Regno Unito.

Nel 2009, per iniziativa di un gruppo di privati denominatosi A1 Steam Locomotive Trust, venne immessa in servizio per treni turistici e rievocativi una locomotiva nuova, denominata 60163 Tornado, costruita seguendo fedelmente i disegni e le specifiche delle A1 Peppercorn.

Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo A1 fu progettato tra il 1946 e il 1948 per il servizio sulla linea dorsale est (East Coast Main Line) Londra-York-Newcastle-upon-Tyne-Edinburgh-Aberdeen.

Progettato parallelamente al gruppo A2 Peppercorn, esso condusse a macchine che, con una velocità massima di 160 km/h e una potenza di 2.000 kW, furono generalmente al traino di convogli di 15 veicoli e di 550 t di massa.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle locomotive[modifica | modifica wikitesto]

A seguire la lista delle unità componenti il gruppo A1 Peppercorn[1][2][3][4][5][6][7]

Numeri Nomi Costruzione Costruttore Radiazione Note
60114 AllenW. P. Allen agosto 1948 Doncaster dicembre 1964
60115 Meg Merrilies settembre 1948 Doncaster novembre 1962
60116 Hal o' the Wynd ottobre 1948 Doncaster giugno 1965
60117 Bois Roussel ottobre 1948 Doncaster giugno 1965
60118 SturrockArchibald Sturrock novembre 1948 Doncaster ottobre 1965
60119 StirlingPatrick Stirling novembre 1948 Doncaster maggio 1964
60120 Kittiwake dicembre 1948 Doncaster gennaio 1964
60121 Silurian dicembre 1948 Doncaster ottobre 1965
60122 Curlew dicembre 1948 Doncaster dicembre 1962
60123 IvattH. A. Ivatt febbraio 1949 Doncaster ottobre 1962
60124 Kenilworth marzo 1949 Doncaster marzo 1966
60125 Scottish Union aprile 1949 Doncaster luglio 1964
60126 RavenSir Vincent Raven aprile 1949 Doncaster gennaio 1965
60127 WorsdellWilson Worsdell maggio 1949 Doncaster giugno 1965
60128 Bongrace maggio 1949 Doncaster gennaio 1965
60129 ManneringGuy Mannering giugno 1949 Doncaster ottobre 1965
60130 Kestrel settembre 1948 Darlington ottobre 1965
60131 Osprey ottobre 1948 Darlington ottobre 1965
60132 Marmion ottobre 1948 Darlington giugno 1965
60133 Pommern ottobre 1948 Darlington giugno 1965
60134 Foxhunter novembre 1948 Darlington ottobre 1965
60135 Madge Wildfire novembre 1948 Darlington novembre 1962
60136 Alcazar novembre 1948 Darlington maggio 1963
60137 Redgauntlet dicembre 1948 Darlington ottobre 1962
60138 Boswell dicembre 1948 Darlington ottobre 1965
60139 Sea eagle dicembre 1948 Darlington giugno 1964
60140 Balmoral dicembre 1948 Darlington gennaio 1965
60141 Abbotsford dicembre 1948 Darlington ottobre 1964
60142 FletcherEdward Fletcher febbraio 1949 Darlington giugno 1965
60143 ScottSir Walter Scott febbraio 1949 Darlington maggio 1964
60144 King's Courier marzo 1949 Darlington aprile 1963
60145 Saint Mungo marzo 1949 Darlington giugno 1966
60146 Peregrine aprile 1949 Darlington ottobre 1965
60147 North Eastern aprile 1949 Darlington agosto 1964
60148 Aboyeur maggio 1949 Darlington giugno 1965
60149 Amadis maggio 1949 Darlington giugno 1964
60150 Willbrook giugno 1949 Darlington ottobre 1964
60151 Midlothian giugno 1949 Darlington novembre 1965
60152 Holyrood luglio 1949 Darlington giugno 1965
60153 Flamboyant agosto 1949 Doncaster novembre 1962
60154 Bon Accord settembre 1949 Doncaster ottobre 1965
60155 Borderer seytembre 1949 Doncaster ottobre 1965
60156 Great Central ottobre 1949 Doncaster maggio 1965
60157 Great Eastern novembre 1949 Doncaster gennaio 1965
60158 Aberdonian novembre 1949 Doncaster dicembre 1964
60159 Bonnie Dundee novembre 1949 Doncaster ottobre 1963
60160 Auld Reekie dicembre 1949 Doncaster dicembre 1963
60161 North British dicembre 1949 Doncaster ottobre 1963
60162 Saint Johnstoun dicembre 1949 Doncaster ottobre 1963

Esercizio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1961 le A1 Peppercorn avevano totalizzato nell'esercizio 48 milioni di miglia, equivalenti a 202 miglia giornaliere per locomotiva. Insieme all'elevata affidabilità (l'unico serio inconveniente d’esercizio era la tendenza al moto di galoppo, che fu eliminato con modifiche degli organi di richiamo del carrello di guida anteriore) ciò spinse a considerarle tra le migliori macchine presenti nel parco inglese

Conservazione museale[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante gli sforzi di Geoff Drury (un cultore della trazione a vapore che era riuscito nello sforzo di preservare la 60532 Blue Peter e altre locomotive), che aveva tentato d’acquistare la 60145 Saint Mango, dal giugno 1966 non esisteva più alcuna A1.

Tuttavia, la diffusa considerazione di cui godeva il lavoro del loro progettista spinse un gruppo di cultori a costituirsi in un'associazione, denominata A1 Steam Locomotive Trust, avente per obiettivo la costruzione a nuovo di una locomotiva A1 Peppercorn.

La costruzione fu iniziata nel 1990 e completata nel 2009 con la consegna all'esercizio della locomotiva denominata 60163 Tornado, che dal gennaio 2009 viene utilizzata regolarmente per viaggi rievocativi e turistici.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Locomotiva A1 Peppercorn 60163 "Tornado".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Peppercorn A1 Pacifics
  2. ^ Longworth.
  3. ^ Railuk database.
  4. ^ RCTS
  5. ^ Yeadon.
  6. ^ A1LST history section.
  7. ^ Ian Allan, ABC of British Railways Locomotives, estate 1961, vol. 4, pp. 26-27.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. B. Yeadon, Yeadon's Register of LNER Locomotives, vol. 3, 1991. Raven, Thompson and Peppercorn Pacifics, Irwell Press.
  • (EN) M. G. Boddy, E. Neve, W. B. Yeadon, Locomotives of the L.N.E.R., Part 2A: Tender engines—Classes A1 to A10, edited by E. V. Fry, Kenilworth, RCTS, 1978, ISBN 0-901115-25-8.
  • (IT) Alessandro Crisafulli, A1 60163 Tornado: la nuova locomotiva a vapore inglese in Ingegneria ferroviaria, vol. 64, nº 10, 2009, pp. 879-887.
  • (EN) Jonathan Glancey, Tornado. 21st Century steam, Warmington, Books on Track, 2010, ISBN 978-0-9566770-0-6.
  • (IT) Alessandro Crisafulli, Un Tornado per l'Inghilterra in I treni, vol. 32, nº 334, 2011, pp. 22-27.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]