Lo sperone nudo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo sperone nudo
Nakedspur trailer 1.jpg
Millard Mitchell e James Stewart
Titolo originale The Naked Spur
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1953
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere western
Regia Anthony Mann
Fotografia William C. Mellor
Montaggio George White
Musiche Bronislau Kaper
Scenografia Malcolm Brown, Cedric Gibbons (art director)
Edwin B. Willis (set decorator)
Trucco William Tuttle
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo sperone nudo (The Naked Spur) è un film del 1953 diretto da Anthony Mann.

Nel 1997 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

È il terzo film Mann-Stewart di genere western ed è il primo non scritto da Borden Chase.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Owie Kemp è un reduce dalla guerra di secessione che tornato alla sua fattoria la trova venduta ad opera della sua donna che è fuggita con un altro.

Disincantato e fortemente cinico, Owie, trova la soluzione del riscatto, se non altro economico, nella caccia e cattura del fuorilegge Ben Vandergroat che ha una forte taglia sulla testa. Per catturarlo si allea con un disertore e un cercatore d'oro e insieme catturano Ben insieme alla sua ragazza Lina. Subito il fuorilegge sfrutta l'avidità del gruppo per seminare zizzania ed avere l'occasione di fuggire, arrivando anche ad offrire la sua donna.

Nel corso del viaggio la situazione precipita, sino ad arrivare al duello finale.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sono notevolissime e suggestive le inquadrature dei paesaggi di William Mellor che fanno da sfondo e contemporaneamente da protagonista nel film (l'uomo e la natura selvaggia).

È un film che si discosta dai soliti canoni in quanto non c'è un vero protagonista eroe buono a tutto tondo ma ogni interprete ha un ruolo ambiguo e un lato negativo. Tra tutto spicca l'avidità strisciante o decisamente manifesta di tutti i protagonisti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Librarian of Congress Names 25 New Films to National Film Registry, Library of Congress, 18 novembre 1997. URL consultato il 6 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema