Legio I Illyricorum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antoniniano di Aureliano celebrante la sua vittoria sul Regno di Palmira.

La Legio I Illyricorum ("degli Illirici") fu una legione romana costituita probabilmente da Aureliano intorno al 273.

Il nome della legione suggerisce una origine occidentale dei soldati, mentre la legione fu fatta stazionare in oriente, a Palmira. Aureliano aveva combattuto una guerra contro il Regno di Palmira, costituitosi con la secessione delle province orientali dell'Impero romano dopo la cattura di Valeriano nel 260. Dopo la vittoria aveva dovuto fare fronte al nascere di focolai di rivolta che si richiamavano alla dinastia palmirena. È quindi probabile che Aureliano abbia formato la I Illyricorum con soldati giunti con lui in oriente dal Danubio, allo scopo di lasciare a guardia della città in cui aveva avuto origine la ribellione una unità fidata, che non avesse avuto alcun legame con le province separatiste.

Nel 315-316 alcune vexillationes della I furono inviate in Egitto, assieme a sotto-unità della III Gallica; unità miste composte con soldati delle stesse due legioni vennero impiegate a Siene nel 323.

La Notitia dignitatum da la I Illyricorum ancora a Palmira all'inizio del V secolo, sotto il dux Foenicis.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notitia dignitatum, in partibus orientis, xxxii.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]