Labrys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Labrys
Bipennis
Labrys ornamentale minoica
Labrys ornamentale minoica
Tipo Ascia
Origine Creta
Impiego
Utilizzatori Micenei
Entrata in servizio Età del Bronzo Medio
Descrizione
Tipo di lama di scure in bronzo, doppia, speculare rispetto all'impugnatura.
Tipo di manico in legno, se votive anche in metallo.

[senza fonte]

voci di armi presenti su Wikipedia
Ascia bipenne cretese in bronzo
Simbolo del Labrys

La lábrys (λάβρυς, lidio; in greco antico πέλεκυς pélekys; in latino bipennis; in italiano anche ascia bipenne o bipenne), era una scure a due lame, simbolo del potere minoico.

Utilizzo arcaico[modifica | modifica sorgente]

Il simbolismo della labrys si riscontra fin dalla media età del bronzo nell'arte e nella mitologia cretese, tracia, nuragica, greca e bizantina. La labrys compare anche nel simbolismo religioso e mitologico africano.

Visto il suo significato religioso si è teso a considerare le Labrys trovate in contesti archeologici dell'età del bronzo (soprattutto nell'Egeo) come armi sacrificali o cerimoniali. Va però rimarcato come fossero affilatissime, tra le armi meglio affilate dell'età del bronzo, ed, essendo molto pesante, adatta al combattimento contro uomini dotati di armatura, quindi è oggi ipotizzabile sia stata effettivamente impiegata in combattimento e non solo in cerimonie e parate, anche se l'estrema affilatura ed il peso sono compatibili con l'uso sacrificale ed in particolar modo con la necessità di decapitare sacrifici di grosse dimensioni (tori, equini) con un unico colpo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia