Joseph Maria Olbrich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joseph Maria Olbrich

Joseph Maria Olbrich (Troppau, 22 dicembre 1867Düsseldorf, 8 agosto 1908) è stato un architetto austriaco, appartenente alla Secessione Viennese.

Studiò a Vienna dapprima presso la Scuola di Arti e Mestieri, fra il 1882 e il 1886, quindi all'Accademia di Belle Arti, dal 1890 al 1893, anno in cui passò a lavorare nello studio dell'architetto Otto Wagner, suo professore in Accademia. Ma per la contemporanea aggiudicazione del Premio Roma, si recò in Italia e nel Nord Africa per un viaggio formativo, per poi riprendere nel 1894 la sua attività presso Wagner. Nel 1897 partecipò alla fondazione della Secessione viennese con Gustav Klimt, Josef Hoffmann e Koloman Moser. Progettò e mise a punto grazie a suggerimenti del presidente Klimt il padiglione per le esposizioni del gruppo, sulla Friedrichstraße di Vienna: monumento dello Jugendstil, la cui architettura di aria vagamente egeo-cretese, mista ad un forte sentore di Giappone, reca quale fastigio una singolare cupola di foglie d'alloro in bronzo dorato, stretta fra plinti-acroteri. La facciata del palazzo, tuttora adibito a spazio espositivo, appare sulla moneta da 50 centesimi di euro dell'Austria. Nel 1899 il granduca Ernesto Luigi d'Assia lo chiamò a collaborare alla creazione della "colonia di artisti" di Darmstadt, inaugurata nel 1901, ispirata ad analoghe recenti esperienze inglesi di stampo Arts and Crafts. Olbrich si dedicò quindi ad un'opera di progettazione integrale, dall'architettura al design nei suoi più vari aspetti. Olbrich morì di leucemia nel 1908, all'età di quarant'anni.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph August Lux, Joseph M. Olbrich, Berlin, Wasmuth, 1919.
  • Giulia Veronesi, Joseph Maria Olbrich, Milano, Il balcone, 1948 ("Architetti del Movimento moderno").
  • Joseph M. Olbrich, 1867-1908. Das Werk des Architekten. Ausstellung anlasslich der 100 Wiederkehr des Geburtstages Darmstadt, Wien, Berlin, catalogo della mostra a cura dello Hessischen Landesmuseum in Darmstadt, Darmstadt, s.n.t., 1967.
  • Kunstbibliothek der Staatlichen Museen Preussischer Kulturbesitz, Joseph Maria Olbrich. Die Zeichnungen in der Kunstbibliothek Berlin. Kritischer Katalog, catalogo critico dei disegni a cura di Karl Heinz Schreyl e Dorothea Neumeister, Berlin, Mann, 1972.
  • Ian Latham, Joseph Maria Olbrich, London, Academy, 1980.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39646235 LCCN: n80112940