James Bond (ornitologo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ornitologo James Bond nel 1974

James Bond (Filadelfia, 4 gennaio 1900Filadelfia, 14 febbraio 1989) è stato un ornitologo statunitense che ha ispirato lo scrittore Ian Fleming per il nome dell'agente 007, dato che Fleming cercava un nome semplice e trovandosi sottomano il libro Birds of the West Indies fu colpito dal nome dell'autore.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Bond nacque a Filadelfia e lavorò come ornitologo alla Accademia di Scienze Naturali nella stessa città. Esperto di uccelli caraibici, scrisse il libro di riferimento in questa materia: Birds of the West Indies, pubblicato nel 1936 e tuttora in stampa nella quinta edizione (ISBN 0618002103).

Bond vinse la Musgrave Medal dell'Institute of Jamaica nel 1952; la Brewster Medal della American Ornithologists Union nel 1954; la Leidy Medal della Academy of Natural Sciences nel 1975. Morì al Chestnut Hill Hospital a Filadelfia all'età di 89 anni.

Ian Fleming e James Bond[modifica | modifica sorgente]

Ian Fleming, che era un bird watcher dilettante in Giamaica, conosceva bene il libro di Bond, e diede il nome del suo autore all'eroe di Casino Royale, nel 1953, apparentemente perché cercava un nome che fosse 'il più ordinario possibile'. Fleming scrisse alla moglie del vero Bond, "mi ha colpito che questo nome breve, poco romantico, anglosassone era proprio quello di cui avevo bisogno, così è nato un altro James Bond".

Nel ventesimo film di James Bond, Agente 007 - La morte può attendere (Die Another Day), Pierce Brosnan, che interpreta il Bond cinematografico, si finge ornitologo e sfoglia il libro Birds of the West Indies in una scena all'inizio del film che si svolge all'Avana, Cuba.

Al vero Bond un giorno fu negato l'accesso in aereo quando mostrò il suo passaporto all'equipaggio. Ci vollero un po' di spiegazioni.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • The Associated Press. "James Bond, Ornithologist, 89; Fleming Adopted Name for 007." The New York Times. February 17, 1989. p. D19.
  • Kenneth C. Parkes. "In Memoriam: James Bond." Auk. Vol. 106. p. 718. (disponibile in pdf qui, con foto).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 114930447 LCCN: n80061256

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie