Ignatius Donnelly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ignatius Donnelly
Ignatius-Donnelly.jpg

Membro della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti dal 2º distretto del Minnesota
Durata mandato 4 marzo 1863 - 3 marzo 1869
Predecessore Cyrus Aldrich
Successore Eugene McLanahan Wilson

vicegovernatore del Minnesota
Durata mandato 1860-1863
Predecessore William Holcombe
Successore Henry Adoniram Swift

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Professione avvocato, saggista

Ignatius Loyola Donnelly (Filadelfia, 3 novembre 1831Minneapolis, 1º gennaio 1901) è stato un politico, saggista e studioso statunitense. Rimane oggi noto soprattutto per le sue teorie su Atlantide e sull'attribuzione delle opere di Shakespeare.

Profondamente persuaso della reale esistenza di Atlantide, raccolse in tutto il mondo un numero impressionante di indizi per dimostrarne l'esistenza. Celebri le sue dodici tesi, che riassumono l'ascesa e la scomparsa del popolo di Atlantide.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Una mappa che mostra l'ipotetica estensione dell'impero di Atlantide; da Atlantis: the Antediluvian World , 1882
  • Atlantis: The Antediluvian World, 1882 ( testo originale in Progetto Gutenberg. )
    Ed.it.: Platone, l'Atlantide e il Diluvio, Profondo Rosso Edizioni, 2005, ISBN 88-89084-45-6
  • Ragnarok, the Age of Fire and Gravel (1883)
  • The Shakespeare Myth (1887)
  • Essay on the Sonnets of Shakespeare
  • The Great Cryptogram: Francis Bacon's Cipher in Shakespeare's Plays (1888)
  • Caesar's Column (1890)
  • Doctor Huguet: a Novel (1891)
  • The Golden Bottle or the Story of Ephraim Benezet of Kansas (1892)
  • The American People's Money (1896)
  • The Cipher in the Plays, and on the Tombstone (1899)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 14987190 LCCN: n80005270