Hyemoschus aquaticus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Iemosco acquatico
Em - Hyemoschus aquaticus.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Tragulidae
Genere Hyemoschus
Gray, 1845
Specie H. aquaticus
Nomenclatura binomiale
Hyemoschus aquaticus
(Ogilby, 1841)
Areale

Water Chevrotain Distribution Map.png

Lo iemosco acquatico (Hyemoschus aquaticus Ogilby, 1841), unica specie del genere Hyemoschus Gray, 1845, è un piccolo ruminante originario delle regioni costiere dell'Africa occidentale e delle foreste pluviali di quella centrale. È la più grande delle dieci specie di traguli, Artiodattili piuttosto primitivi simili ai cervi che solo raramente superano le dimensioni di un cane di piccola taglia.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lo iemosco acquatico ha un corpo tozzo e rotondeggiante, zampe sottili munite di zoccoli e una testa simile a quella di un topo. Come quelli di tutti gli altri Tragulidi, anche i maschi di questa specie sono muniti di zanne. Come indica il nome, lo iemosco acquatico è un buon nuotatore e può rimanere immerso sott'acqua anche per un certo periodo di tempo. È in grado di chiudere a piacimento le narici per evitare all'acqua di penetrare nelle vie aeree. Non si spinge mai troppo lontano dai corsi d'acqua e quando si sente minacciato corre a tuffarsi in acqua. È ricoperto da un mantello di colore bruno-rossastro segnato da strisce e macchie bianche. Gli esemplari adulti pesano in media 10-12 kg e raggiungono gli 80 cm di lunghezza.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Endemico dell'Africa occidentale e centrale, lo iemosco acquatico è diffuso nella fascia forestale che, attraverso Liberia e Costa d'Avorio meridionale, va dalla Sierra Leone e dalla Guinea sud-orientale al Ghana sud-occidentale. Si incontra anche nelle regioni meridionali della Nigeria, a est del fiume Niger, e in tutta la foresta tropicale estesa nella regione centrale del continente, attraverso Camerun meridionale, Gabon, Cabinda (Angola), Congo e Repubblica Democratica del Congo, fino alle estreme propaggini occidentali dell'Uganda, dove però si ritiene che sia ormai scomparso. L'esemplare conosciuto spintosi più a sud è stato catturato in Angola, nella Provincia di Lunda Nord, nei pressi del fiume Cassai.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Lo iemosco acquatico è un ruminante vero e proprio, che si nutre soprattutto di vegetali, in particolar modo di frutta. Ha abitudini notturne e prevalentemente solitarie. I territori dei maschi si sovrappongono a quelli delle femmine, ma i maschi solo raramente sono aggressivi con i conspecifici. Quando combattono tra di loro, utilizzano le zanne come arma, ma quasi sempre si ignorano a vicenda. Le femmine si accoppiano con i maschi dei territori vicini e danno alla luce un unico piccolo precoce. La gestazione dura 4 mesi[2].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Lo iemosco acquatico è particolarmente vulnerabile a due fattori: la rapida deforestazione delle foreste pluviali tropicali in cui vive e la caccia da parte dell'uomo, in quanto la carne ricavata da questa specie fa parte della cosiddetta bushmeat.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) IUCN SSC Antelope Specialist Group 2008, Hyemoschus aquaticus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Peter Alden, National Audubon Society: Field Guide to African Wildlife, New York, Alfred A. Knopf, 1995, pp. 452–453, ISBN 0-679-43234-5.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi