Hans-Heinrich Reckeweg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.
« Le malattie sono l'espressione della lotta dell'organismo contro le omotossine (veleni), al fine di neutralizzarle ed espellerle; ovvero, sono l'espressione della lotta che l'organismo compie per compensare i danni provocati irreversibilmente da esse »
(Hans-Heinrich Reckeweg,)

Hans-Heinrich Reckeweg (Herford, Vestfalia, 9 maggio 1905Baden-Baden, 13 giugno 1985) è stato un medico tedesco, fondatore dell'omotossicologia, una disciplina alternativa priva di riscontri scientifici, che secondo i suoi sostenitori avrebbe modificato e ampliato l'omeopatia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1924 - 1930 Studio della medicina a Würzburg, Münster (Westfalia), Berlino e Bonn. A Berlino, tramite il professor August Bier, entrò in contatto con l'omeopatia.
  • 1928 Esame di stato.
  • 1930 Promozione a Bonn.
  • Dal 1930 fino al 1932 medico assistente nell'ospedale di Völklingen nonché nella divisione interna dell'ospedale di Amburgo. Dopo il matrimonio con sua moglie Margarete, nata Stehle, trasferimento a Berlino.
  • 1936 Fondazione della società farmaceutica Heel, attualmente una delle maggiori produttrici al mondo di rimedi omeopatici, con sede a Baden-Baden, (Baden-Wurttemberg), Germania. Il nome Heel è un acronimo della frase "Herba est ex luce" (la pianta medicinale trae il suo potere curativo dalla luce del sole).
  • 1946 Liberazione dal campo di prigionia di guerra e trasferimento a Triberg (Baden-Württemberg), Germania.
  • 1948 - 1949 Sviluppo dell'omotossicologia e della terapia anti-omotossica.
  • 1954 Trasferimento dello studio e della sede della società a Baden-Baden.
  • 1955 Pubblicazione del suo libro "Omotossine e omotossicosi - Basi per una sintesi della medicina".
  • 1961 Fondazione della "Società di omotossicologia e terapia anti-omotossica".
  • 1962 Pubblicazione della rivista specializzata "Homotoxinjournal", che nel 1972 cambia nome in "Medicina biologica".
  • 1978 Vendita della società farmaceutica e trasferimento a Albuquerque (Nuovo Messico).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • H.H. Reckeweg, "Omotossicologia: prospettiva per una sintesi della medicina", Guna Editore.
  • H.H. Reckeweg, "Materia Medica Omeopatica - L'essenza farmacologica dell'omotossicologia", Guna Editore.
  • H.H. Reckeweg, "Repertorio Omeopatico - Guida alla clinica omeopatica e omotossicologica", Guna Editore.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74663536