Guarnizione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vari tipi di guarnizione di un motore

Una guarnizione è un dispositivo meccanico di tenuta statico che viene posto in compressione tra due oggetti, in modo da prevenire il trafilamento di liquidi o gas.

Uso e materiali[modifica | modifica sorgente]

Le guarnizioni servono per accoppiare pezzi meccanici che non combaciano perfettamente. La guarnizione può:

  • compensare le irregolarità della zona di appoggio dovute al processo produttivo
  • compensare difetti di planarità su superfici estese
  • evitare che ci sia una riduzione della tenuta nel tempo
  • ampliare la superficie di contatto tra i due elementi

Se la guarnizione è sufficientemente comprimibile, o se è possibile regolarne lo spessore, può fornire uno spazio di taratura della distanza di fissaggio dei due elementi. Questo è molto importante per i motori endotermici alternati, dando la possibilità di poter regolare con precisione l'accoppiamento ad esempio di (cilindro/basamento o testata/cilindro).

Guarnizione in sughero, a sinistra smontata a destra montata

Sono solitamente prodotte a partire dal taglio di fogli di materiale come:

Per garantire l'ermeticità di giunti e raccordi filettati, come nelle condutture idrauliche, si usano prevalentemente due materiali:

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Solitamente il materiale deve essere sufficientemente comprimibile durante l'assemblaggio delle parti, in modo che vada a riempire gli spazi per cui è stata prodotta, incluse le più lievi irregolarità. La loro principale caratteristica risiede nella capacità di sopportare grandi carichi di compressione, poiché nelle applicazioni industriali si possono raggiungere anche pressioni di 14 Mpa.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica