Greatest Hits (Richard Marx)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Greatest Hits
Artista Richard Marx
Tipo album Raccolta
Pubblicazione novembre 1997
Durata 74 min : 40 s
Dischi 1
Tracce 16
Genere Album-oriented rock
Rock
Pop rock
Rhythm and blues
Etichetta Capitol Records
Produttore Richard Marx, David Cole, Humberto Gatica, e Randy Jackson
Registrazione 1986 – 1997
Richard Marx - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(2000)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 4.5/5 stelle[1]

Greatest Hits è una raccolta del cantante statunitense Richard Marx. Pubblicata nel 1997, segnò la fine del rapporto lavorativo tra Marx e la Capitol Records. La raccolta contiene un brano inedito, Angel's Lullaby.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Mean Nothing (Marx/Bruce Gaitsch) - 4:42
  2. Endless Summer Nights (Marx) - 4:32
  3. Now and Forever (Marx) - 3:34
  4. Should've Known Better (Marx) - 4:12
  5. Angelia (Marx) - 5:18
  6. Hold On to the Nights (Marx) - 5:14
  7. Angel's Lullaby (Marx) - 3:58
  8. Take This Heart (Marx) - 4:11
  9. Satisfied (Marx) - 4:14
  10. Until I Find You Again (Marx) - 4:25
  11. Hazard (Marx) - 5:17
  12. The Way She Loves Me (Marx) - 4:15
  13. Keep Coming Back (Marx) - 6:49
  14. Children of the Night (Marx) - 4:44
  15. Touch of Heaven (Marx) - 4:52
  16. Right Here Waiting (Marx) - 4:23

Posizioni in classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1997/1998) Posizione
Norvegia[2] 2
Nuova Zelanda[3] 18
Regno Unito (UK Albums Chart)[4] 34
Stati Uniti (Billboard 200)[5] 140
Svezia[6] 13

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Richard Marx – interprete principale

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'edizione giapponese della raccolta contiene due tracce bonus,Slipping Away e Thanks to You.
  • L'album è dedicato a Dick Marx, il padre di Richard scomparso quell'anno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Greatest Hits - Richard Marx - Review, All Music Guide.
  2. ^ norwegiancharts.com - Discography Richard Marx, Hung Medien. norwegiancharts.com. URL consultato il 16 settembre 2011.
  3. ^ (DE) dutchcharts.nl - Discografie Richard Marx, Hung Medien. dutchcharts.nl. URL consultato il 16 settembre 2011.
  4. ^ UK Charts > Richard Marx, Official Charts Company. URL consultato il 16 settembre 2011.
  5. ^ [[[:Template:BillboardURLbyName]] Richard Marx - Chart History: Billboard 200], Billboard. URL consultato il 16 settembre 2011.
  6. ^ swedishcharts.com - Discography Richard Marx, Hung Medien. swedishcharts.com. URL consultato il 16 settembre 2011.