Gran Marcia Trionfale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Gran Marcia Trionfale, fu l'inno ufficiale dello Stato pontificio dal 1857 al 1929. La marcia sostituì il precedente Noi vogliam Dio (che divenne una canzone sacra di tradizione popolare) e rimase in uso come inno nazionale anche dopo il 1929 quando, coi Patti Lateranensi lo stato della Città del Vaticano ottenne l'indipendenza dallo stato italiano, e rimase in uso fino al 1950 quando fu sostituito coll'attuale, denominato Inno e Marcia Pontificale.

La musica venne composta su commissione del papa di allora, Pio IX al direttore della banda pontificia, l'austriaco Vittorino Hallmayr che era comandante anche della banda del 47º Reggimento Fanteria di linea "Conte Kinsky" austriaco di stanza a Roma per la difesa dello Stato Pontificio.

Il brano venne eseguito per la prima volta il 9 giugno 1857 durante la cerimonia d'ingresso ufficiale di Pio IX in visita alla città di Bologna, la seconda per importanza all'epoca negli Stati Pontifici. L'inno ebbe subito molta risonanza e quando il pontefice fece ritorno ai palazzi apostolici il 5 settembre 1857 siglò un decreto per adottarla come inno nazionale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]