Giovanni Paladino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Giovanni Paladino
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Giovanni Paladino
Luogo nascita Potenza
Data nascita 24 aprile 1842
Luogo morte Napoli
Data morte 25 gennaio 1917
Professione fisiologo
Legislatura XXII

Giovanni Michelangelo Paladino (Potenza, 24 aprile 1842Napoli, 25 gennaio 1917) è stato un fisiologo e politico italiano, studioso dell'anatomia e della fisiologia delle ovaie e della placenta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Saverio e Gaetana Sileo, in gioventù, ancora studente di medicina, aderì alla rivoluzione risorgimentale, partecipando ai moti di Napoli nell’agosto 1860. Ripresi gli studi e conseguita la laurea, nel 1861 Paladino vinse un concorso di assistente di Anatomia e Fisiologia Sperimentale presso la Scuola Superiore di Medicina Veterinaria a Napoli, affiancando il professor Antonio De Martino.

Quando De Martino passò alla docenza di Patologia Generale, Paladino lo seguì divenendo incaricato e straordinario per poi assumere il ruolo d'insegnamento ordinario e la direzione della facoltà, elevandone il prestigio.

Sentendo il bisogno di perfezionarsi, nel 1867 si spostò in Germania per seguire corsi presso i principali laboratori di Fisiologia e, successivamente, tenne lezioni private di istologia e fisiologia e fu nominato insegnante di fisiologia presso l'università di Napoli. Divenne poi membro Consiglio della Pubblica Istruzione e rettore dell'Ateneo napoletano.

Si diede alla ricerca dell’ovogenesi, sulla placentazione nelle donne e nei mammiferi, sulle multiple sorgenti del sangue e sul sistema nervoso centrale. Dai suoi studi presero spunto medici come Salvatore Tommasi, Jacob Moleschott, Claude Bernard e Ernst Wilhelm von Brücke. Descrisse il fascio di conduzione cardiaca, successivamente più noto con il nome di fascio di His (o fascio di Paladino-His).

Paladino fu socio di alcune accademie nazionali e straniere e ricevette una laurea honoris causa al Rush Medical College di Chicago. Nel 1908 fu nominato senatore del regno d'Italia. Morì a Napoli nel 1917.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— giugno 1871
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 15 gennaio 1893
Ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 19 gennaio 1905

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Trattato di istologia speciale (1873)
  • Studio sulla fisiologia dell'ovaja (1879)
  • Istituzioni di fisiologia (1885)
  • Ulteriori ricerche sulla distruzione e rinnovamento continuo del parenshima ovarico nei mammiferi (1887)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]