Giovanni Battista Bernero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Battista Bernero (Cavallerleone, 1736Torino, 7 gennaio 1796) è stato uno scultore italiano attivo alla corte dei Savoia.

Di famiglia saviglianese, Bernero studia con Ignazio Collino, vincendo un concorso indetto dalla Accademia di San Luca nel 1766. Entrato a far parte della Congregazione di San Luca dal 1770, Bernero viene assunto alla corte di Casa Savoia per alcuni lavori di intaglio e scultura: tra i suoi primi lavori, in particolare, la realizzazione di figurazioni plastiche per la cerimonia funebre di Carlo Emanuele III.

Sotto Vittorio Amedeo III, Bernero viene incaricato della decorazione degli appartamenti di Levante e di Ponente a Stupinigi, cosa che egli concretizzò con la realizzazione di statue raffiguranti Atalanta, Meleagro, Orione e Diana. Sempre da attribuirsi a lui è la coronazione della balaustra esterna del salone centrale della palazzina con trofei di caccia.

Lavora non solo a Torino ma, sempre nelle terre sabaude, realizza la Maddalena, posta nel Duomo di Casale Monferrato, ed è attivo anche al Sacro Monte di Varallo (Cappelle XXIV e XLII). Tra le sue ultime opere, i busti della Contessa Ghigliossi e di Leonardo Caligari.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 62472036