George Wyndham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

George Wyndham (29 agosto 18638 giugno 1913) è stato un politico e critico letterario inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio del primo barone di Leconfield, discendente di Sir John Wyndham. Eletto membro del parlamento per DOver nel 1889, poi segretario personale di Arthur Balfour. Sposato nel 1887 con la contessa Sibell Grosvenor, già vedova di Victor Grosvenor, Earl Grosvenor (1853 - 1884).

George Wyndham era anche un cugino di Alfred Douglas che fu coinvolto nel processo di Oscar Wilde anche se non fu di grande aiuto[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Fra i suoi tanti lavori i più importanti furono:

  • Ronsard & La Pleiade, with Selections From Their Poetry and Some Translations in the Original Meters (1906)
  • Sir Walter Scott (1908)
  • Essays in Romantic Literature (1919)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Frank Harris, Oscar Wilde- Volume I Pag 171-172, BiblioBazaar, 2008, ISBN 9780554354866.

Controllo di autorità VIAF: 52578490

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie