Francesco Adorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Adorno (Siracusa, 9 aprile 1921Firenze, 19 settembre 2010) è stato uno storico della filosofia antica italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in filosofia a Firenze nel 1944 e professore nelle Università di Bari, Bologna e Firenze, è stato presidente dell'Accademia Toscana di Scienze e Lettere "La Colombaria", del Museo e istituto fiorentino di preistoria[1] e dell'Accademia delle Arti del Disegno. Ha diretto la pubblicazione del Corpus dei papiri filosofici greci e latini.

Ha studiato il rapporto tra l'insegnamento socratico e la sofistica, estendendo i suoi interessi a Platone, allo stoicismo e all'epicureismo; inoltre ha approfondito aspetti della cultura greco-latina e cristiana tra il primo secolo a.C. e il sesto secolo d.C., nonché del pensiero tardomedievale e umanistico.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • 1961I sofisti e Socrate
  • 1961-5La filosofia antica
  • 1966Studi sul pensiero greco
  • 1970Introduzione a Socrate
  • 1975Dialettica e politica in Platone
  • 1978Introduzione a Platone
  • 1993I sofisti e la sofistica nel 5°-4° sec. a.C.
  • 1996Pensare storicamente

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ www.emsf.rai.it/biografie/anagrafico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • «Adórno, Francesco», la voce in Enciclopedie on line, sito "Treccani.it L'Enciclopedia italiana". URL visitato il 7 settembre 2013.

Controllo di autorità VIAF: 79045491 LCCN: n50037586 SBN: IT\ICCU\CFIV\028120