Felix Hoffmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Felix Hoffmann

Felix Hoffmann (Ludwigsburg, 21 gennaio 1868Svizzera, 8 febbraio 1946) è stato un farmacista tedesco.

Si laureò in Chimica a Monaco di Baviera.

È noto soprattutto per aver sintetizzato l'acido acetilsalicilico il 10 agosto 1897 in una forma stabile per applicazioni medicinali[1]. Charles Frédéric Gerhardt aveva in ogni caso, già nel 1853, sintetizzato tale composto, e ne aveva registrato in Francia il brevetto.

La Bayer registrò questa sostanza con il nome di Aspirina. Esiste comunque una disputa sull'ideatore del processo che portò alla sintesi della medicina. Nel 1949 Arthur Eichengrün pubblicò un articolo in cui sosteneva di essere colui che aveva pianificato e diretto la sintesi e di essere il responsabile dei primi test clinici. Infine dichiarò che il ruolo di Hoffmann sarebbe stato ristretto all'iniziale sintesi di laboratorio, basandosi sul progetto da lui ideato.[2]

La versione di Eichengrün fu ignorata dagli storici e dai chimici fino al 1999, quando Walter Sneader del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche della Università di Strathclyde a Glasgow esaminò il caso, arrivando alla conclusione che ad Eichengrün andasse il merito della scoperta.[3]

Hoffmann il 21 agosto 1897 realizzò l'acetilazione della morfina ottenendo l'eroina.

Nel 2002 è stato introdotto nel National Inventors Hall of Fame.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Felix Hoffmann sul sito della Bayer
  2. ^ Eichengrün A. 50 Jahre Aspirin. Pharmazie 1949; 4: 582-4.
  3. ^ Sneader W. The discovery of aspirin: a reappraisal. BMJ 2000;321:1591-4. PMID 11124191

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Walter Sneader, Drug discovery: a history, John Wiley and Sons, 2005
  • How aspirin turned hero Fonte: Sunday Times, 13 settembre 1998

Controllo di autorità VIAF: 9575117 LCCN: no2005037993