Evgenij Fëdorovič Svetlanov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Evgenij Fëdorovič Svetlanov

Evgenij Fëdorovič Svetlanov in russo: Евгений Фёдорович Светланов? (Mosca, 6 settembre 1928Mosca, 3 maggio 2002) è stato un compositore e direttore d'orchestra russo, fino al 1991 sovietico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha studiato dapprima all'istituto Gnessin e poi al Conservatorio di Mosca sotto la guida di Jurij Aleksandrovič Šaporin. Si è dedicato inizialmente alla composizione, mettendosi in luce per la sua adesione alla scuola nazionale russa non priva però di accenti e soluzioni ispirate al linguaggio di Prokof'ev.

Passato poi alla direzione d'orchestra, è stato direttore dell'orchestra della Radiotelevisione dell'URSS e poi dell'orchestra del Teatro Bol'šoj, dal 1955 al 1962. È stato anche direttore stabile dell'orchestra sinfonica di stato dell'URSS (ora Russian State Symphony Orchestra (1965 - 1979).

Nel 2000 è stato licenziato dal ministro della cultura della Russia, Mikhail Shvydkoi, dalla Russian State Symphony per il motivo adottato che Svetlanov passava troppo tempo a dirigere all'estero e poco tempo a Mosca.

Era particolarmente noto per le sue interpretazioni di opere russe, ha condotto l'intera gamma della musica russa, da Michail Glinka ad oggi. Fu anche uno dei pochi Direttori d'orchestra russi a condurre l'intera produzione sinfonica di Gustav Mahler.

Dotato di un gesto assai espressivo e di immediata comunicativa, ha compiuto tournée in tutto il mondo, cogliendo ovunque consensi. Era anche un apprezzato pianista, notevoli sono le due registrazioni di Sergei Rachmaninoff Trio per piano N.2 in re minore, e un disco di Nikolai Medtner, musica per pianoforte.

Nel 1964 ha guidato la tournée del Bol'šoj in Italia, destando anche in questa occasione l'unanime apprezzamento del pubblico e della critica. È stato insignito del titolo di Artista del popolo dell'URSS.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

  • 1948 - Quartetto d'archi
  • 1952 - "Daugava", poema sinfonico
  • 1953-54 - Fantasia siberiana per grande orchestra (composta con Igor Yakushenko)
  • 1954 - "Quadri di Spagna" (Rapsodia No. 1 per grande orchestra)
  • 1956 - Sinfonia in Si minore Op. 13
  • 1966 - Preludi (Sei riflessioni sinfoniche)
  • 1975 - "Russian Variazioni" per arpa e Orchestra
  • 1976 - Concerto per pianoforte
  • Poema festivo Op. 9

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il primo Airbus A330 per Aeroflot è stato chiamato col suo nome. Controllo di autorità VIAF: 113255299 LCCN: n80015503