Etilene vinil acetato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Etilene vinil acetato
Struttura dell'etilene vinil acetato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare (C2H4)n(C4H6O2)m
Numero CAS [24937-78-8]
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

L'etilene vinil acetato (spesso indicato con la sigla EVA) è una materia plastica copolimerica di etilene e acetato di vinile.

È utilizzato per realizzare prodotti particolarmente flessibili ed elastici.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Trova impiego industriale nella modifica delle proprietà elastiche del bitume.

Nella produzione di pannelli solari fotovoltaici vengono usati fogli di EVA per sigillare il tutto. Le celle, assemblate in stringhe e connesse in serie, vengono racchiuse fra due fogli di EVA a formare una sorta di sandwich; poi il pannello solare fotovoltaico, ancora diviso in molti strati: Vetro + EVA + celle + EVA + Foglio posteriore (Back sheet), viene sottoposto ad un processo termico sottovuoto, chiamato laminazione, che portando l'EVA a temperature superiori a 150 °C per tempi di circa 10 minuti, permette la polimerizzazione dell'EVA e incapsula ed isola il tutto dall'aria, garantendo così un tempo di vita molto lungo.

Un altro esempio di utilizzo è dato dal designer Forrest Jessee, che con questo materiale ha progettato e realizzato una tuta del sonno, la "Sleep Suit", capace di sostenere e proteggere il corpo in situazioni scomode[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 18.05.2012
  2. ^ Come dormire ovunque. URL consultato il 2 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia