Eruv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.


Pali dell‘eruv in Israele

Eruv (ebraico עירוב - mistura, mescolanza, traslitt. anche come eiruv o erub, plur.: eruvin) è una recinzione rituale.

L'Eruv[modifica | modifica sorgente]

Le comunità ebraiche osservanti costruiscono delle recinzioni nei loro quartieri per consentire il trasferimento di oggetti da un tipo di dominio a un altro:[1] ad esempio portare un oggetto da un dominio privato interno (abitazione, casa, ecc.) ad una strada pubblica (dominio pubblico) durante lo Shabbat e Yom Kippur, trasporto che sarebbe altrimenti proibito dalla legge ebraica (Halakha).[2]

L‘eruv permette agli ebrei tradizionalmente osservanti di portare con loro, tra le altre cose, chiavi, tessuti, medicinali o bambini e di utilizzare passeggini e bastoni. La presenza o l'assenza di un eruv quindi influenza soprattutto la vita delle persone con mobilità ridotta e coloro che sono responsabili della cura di neonati e bambini piccoli.

Eruv Tavshilin[modifica | modifica sorgente]

L' Eruv Tavshilin prevede l'eruv dei cucinati quando Shabbat capiti durante o dopo giorni di Yom tov delle festività ebraiche, quando altrimenti risulterebbe proibito cucinare per lo stesso giorno dello Shabbat: questo per non sminuire la Qedushah delle stesse.

Viene fatta una preghiera ebraica con Berakhah su almeno due pietanze sostanziose, come per esempio pane o Matzah ed un uovo sodo mangiati poi verso il termine dello Shabbat: queste vengono recitate prima che entri la festa, prima del tramonto.

Brano e Berakhah[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Per approfondire il significato di "dominio" come luogo, area, giurisdizione e competenza, vedi anche Shabbat (Talmud).
  2. ^ Rashi e Abraham ibn ‛Ezra sulla Torah. Talmud Eruvin 17b. Molti riferimenti biblici sono citati per le proibizioni di melakha (lavoro), tra cui 16:29

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  I Sei Ordini della Mishnah (ששה סדרי משנה), da Mosè ai Maestri ebrei sino all'esegesi ebraica  
Zeraim (Semi)
(זרעים)
Moed (Festività)
(מועד)
Nashim (Donne)
(נשים)
Nezikin (Danni)
(נזיקין)
Kodashim (Santità)
(קדשים)
Tohorot (Purificazioni)
(טהרות)
BerakhotPe'ahDemaiKil'ayimShevi'itTerumotMa'aserotMa'aser SheniHallahOrlahBikkurim ShabbatEruvinPesachimShekalimYomaSukkahBetzahRosh HashanahTa'anitMegillahMo'ed KatanHagigah YebamothKetubotNedarimNazirSotahGhittinKiddushin Bava KammaBava MetziaBava BatraSinedrioMakkotShevu'otEduyotAvodah ZarahAvotHorayot ZevahimMenahotHullinBekhorotArakhinTemurahKeritotMe'ilahTamidMiddotKinnim KeilimOholotNega'imParahTohorotMikva'otNiddahMakhshirinZavimTevul YomYadayimUktzim