Kodashim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Frontespizio del Kodashim, edizione di Vilna (1921)

Kodashim o Qodhashim (ebraico קדשים, Cose Sante, Santità) è il quinto Ordine della Mishnah (e anche della Tosefta e del Talmud). Dei sei Ordini della Mishnah questo è il terzo più lungo. Kodashim esamina principalmente il servizio liturgico del Tempio di Gerusalemme, i Korbanot ("offerte sacrificali") e altre materie relative alle "Cose Sacre".[1]

Kodashim comprende 11 trattati:

  1. Zevahim: (זבחים, "Sacrifici"); esamina le procedure delle offerte di animali e di uccelli. 14 capitoli.
  2. Menahot: (מנחות, "Offerte di farina"); tratta delle varie offerte di grano al Tempio. 13 capitoli.
  3. Chullin o Hullin: (חולין, "Cose ordinarie, profane"); tratta delle leggi della macellazione e del consumo della carne (cioè animali usati per il nutrimento quotidiano e non quelli per usi sacri). 12 capitoli.
  4. Bekhorot: (בכורות, "Primogeniti"); tratta della santificazione e del riscatto di animali o dei primogeniti. 9 capitoli.
  5. Arakhin: (ערכין, "Dediche/Stime"); esamina principalmente la persona che dedica i propri valori al Tempio o dedica un campo. Capitoli 1-6 si basano su Levitico 27:1–8 e trattano dei voti della persona al Tempio, di altri donativi al bedek habayis ovvero al Tesoro del Tempio. Capitoli 7-8 spiegano il riscatto dal Tempio di un campo che è stato ereditato, come scritto nel Levitico 27:16–25. Capitolo 8 illustra "la cosa consacrata" da Levitico 27:28–29 mentre l'ultimo capitolo descrive le leggi dei campi e case atavici entro le mura della città e come vengono riscattati secondo Levitico 25:25–34. 9 capitoli.
  6. Temurah: (תמורה, "Sostituzione"); illustra le leggi sulle sostituzioni di animali con quelli dedicati al sacrificio. 7 capitoli.
  7. Keritot: (כריתות, "Escissioni/Recisioni"); esamina i comandamenti che danno come punizione il karet (escissione spirituale), come anche i sacrifici associati con la loro trasgressione. 6 capitoli.
  8. Me'ilah: (מעילה, "Sacrilegio"); esamina le leggi della restituzione dovuta ad appropriazione indebita di proprietà del Tempio. 6 capitoli.
  9. Tamid: (תמיד, "Sempre"); descrive la procedura del Tamid (sacrificio quotidiano). 6 capitoli.
  10. Middot: (מידות, "Misure"); descrive le misurazioni del Secondo Tempio. 4 capitoli.
  11. Kinnim: (קנים, "Nidi"); esamina le complesse leggi che affrontano situazioni di scambi erronei delle offerte di uccelli. 3 capitoli.

La sequenza tradizionale dei trattati nell'Ordine Kodashim (secondo Maimonide) è il seguente:

  • Zevahim è primo, poiché si occupa del principale "scopo" fisico del Tempio - i sacrifici di animali.
  • Menahot continua l'argomento delle offerte e viene quindi posto dopo, secondo l'ordine scritturale, e lo stato delle offerte farinacee, che sono supplementari.
  • Dopo l'esame delle offerte al Tempio, viene il trattato Hullin, che considera le "offerte profane".
  • Bekhorot, Arakhin e Temurah discutono tutti delle leggi ausiliarie di santità e seguono l'ordine scritturale.
  • Keritot esamina le offerte per la trasgressione di certi comandamenti.
  • Me'ilah ancora tratta delle trasgressioni di santità ma di natura minore.
  • Dopo aver considerato le leggi, vengono aggiunti due trattati descrittivi, Tamid che discute del sacrificio quotidiano e Middot che dà una visione complessiva di tutto il Tempio di Gerusalemme.
  • Per ultimo, Kinnim conclude l'Ordine con leggi meno frequenti che descrivono incidenti e situazioni che succedono raramente.

Esiste una Gemara nel Talmud babilonese per i primi 8 trattati e per tre capitoli del Tamid. Sebbene il tema non fosse rilevante per la vita nelle accademie babilonesi, la Gemara è stata inclusa per seguire l'idea che lo studio delle leggi del servizio al Tempio è un sostituto del servizio stesso. Inoltre i saggi rabbinici volevano meritarsi la ricostruzione del Tempio prestando particolare attenzione a queste leggi. Tuttavia nel moderno ciclo Daf Yomi[2] e nelle edizioni stampate del Talmud babilonese la Mishnah per gli ultimi due trattati è aggiunta alla fine per "completare" l'ordine.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Quanto segue secondo la descrizione e sistematizzazione del The Talmud, cur. N. Solomon, Penguin Books (2009), pp. v-viii e 740-741.
  2. ^ Daf Yomi (in ebraico: דף יומי ‎[?], "pagina [del] giorno" o "foglio giornaliero") è un programma quotidiano di studio del Bavli, un foglio/pagina (un daf, o "blatt" in yiddish, consiste di entrambe la facciate della pagina) al giorno. Seguendo questo programma, l'intero Talmud dovrebbe esser completato, giorno per giorno, in un ciclo di sette anni e mezzo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

  I Sei Ordini della Mishnah (ששה סדרי משנה), da Mosè ai Maestri ebrei sino all'esegesi ebraica  
Zeraim (Semi)
(זרעים)
Moed (Festività)
(מועד)
Nashim (Donne)
(נשים)
Nezikin (Danni)
(נזיקין)
Kodashim (Santità)
(קדשים)
Tohorot (Purificazioni)
(טהרות)
BerakhotPe'ahDemaiKil'ayimShevi'itTerumotMa'aserotMa'aser SheniHallahOrlahBikkurim ShabbatEruvinPesachimShekalimYomaSukkahBetzahRosh HashanahTa'anitMegillahMo'ed KatanHagigah YebamothKetubotNedarimNazirSotahGhittinKiddushin Bava KammaBava MetziaBava BatraSinedrioMakkotShevu'otEduyotAvodah ZarahAvotHorayot ZevahimMenahotHullinBekhorotArakhinTemurahKeritotMe'ilahTamidMiddotKinnim KeilimOholotNega'imParahTohorotMikva'otNiddahMakhshirinZavimTevul YomYadayimUktzim