Kodashim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Frontespizio del Kodashim, edizione di Vilna (1921)

Kodashim o Qodhashim (ebraico קדשים, Cose Sante, Santità) è il quinto Ordine della Mishnah (e anche della Tosefta e del Talmud). Dei sei Ordini della Mishnah questo è il terzo più lungo. Kodashim esamina principalmente il servizio liturgico del Tempio di Gerusalemme, i Korbanot ("offerte sacrificali") e altre materie relative alle "Cose Sacre".[1]

Kodashim comprende 11 trattati:

  1. Zevahim: (זבחים, "Sacrifici"); esamina le procedure delle offerte di animali e di uccelli. 14 capitoli.
  2. Menahot: (מנחות, "Offerte di farina"); tratta delle varie offerte di grano al Tempio. 13 capitoli.
  3. Chullin o Hullin: (חולין, "Cose ordinarie, profane"); tratta delle leggi della macellazione e del consumo della carne (cioè animali usati per il nutrimento quotidiano e non quelli per usi sacri). 12 capitoli.
  4. Bekhorot: (בכורות, "Primogeniti"); tratta della santificazione e del riscatto di animali o dei primogeniti. 9 capitoli.
  5. Arakhin: (ערכין, "Dediche/Stime"); esamina principalmente la persona che dedica i propri valori al Tempio o dedica un campo. Capitoli 1-6 si basano su Levitico 27:1–8 e trattano dei voti della persona al Tempio, di altri donativi al bedek habayis ovvero al Tesoro del Tempio. Capitoli 7-8 spiegano il riscatto dal Tempio di un campo che è stato ereditato, come scritto nel Levitico 27:16–25. Capitolo 8 illustra "la cosa consacrata" da Levitico 27:28–29 mentre l'ultimo capitolo descrive le leggi dei campi e case atavici entro le mura della città e come vengono riscattati secondo Levitico 25:25–34. 9 capitoli.
  6. Temurah: (תמורה, "Sostituzione"); illustra le leggi sulle sostituzioni di animali con quelli dedicati al sacrificio. 7 capitoli.
  7. Keritot: (כריתות, "Escissioni/Recisioni"); esamina i comandamenti che danno come punizione il karet (escissione spirituale), come anche i sacrifici associati con la loro trasgressione. 6 capitoli.
  8. Me'ilah: (מעילה, "Sacrilegio"); esamina le leggi della restituzione dovuta ad appropriazione indebita di proprietà del Tempio. 6 capitoli.
  9. Tamid: (תמיד, "Sempre"); descrive la procedura del Tamid (sacrificio quotidiano). 6 capitoli.
  10. Middot: (מידות, "Misure"); descrive le misurazioni del Secondo Tempio. 4 capitoli.
  11. Kinnim: (קנים, "Nidi"); esamina le complesse leggi che affrontano situazioni di scambi erronei delle offerte di uccelli. 3 capitoli.

La sequenza tradizionale dei trattati nell'Ordine Kodashim (secondo Maimonide) è il seguente:

  • Zevahim è primo, poiché si occupa del principale "scopo" fisico del Tempio - i sacrifici di animali.
  • Menahot continua l'argomento delle offerte e viene quindi posto dopo, secondo l'ordine scritturale, e lo stato delle offerte farinacee, che sono supplementari.
  • Dopo l'esame delle offerte al Tempio, viene il trattato Hullin, che considera le "offerte profane".
  • Bekhorot, Arakhin e Temurah discutono tutti delle leggi ausiliarie di santità e seguono l'ordine scritturale.
  • Keritot esamina le offerte per la trasgressione di certi comandamenti.
  • Me'ilah ancora tratta delle trasgressioni di santità ma di natura minore.
  • Dopo aver considerato le leggi, vengono aggiunti due trattati descrittivi, Tamid che discute del sacrificio quotidiano e Middot che dà una visione complessiva di tutto il Tempio di Gerusalemme.
  • Per ultimo, Kinnim conclude l'Ordine con leggi meno frequenti che descrivono incidenti e situazioni che succedono raramente.

Esiste una Gemara nel Talmud babilonese per i primi 8 trattati e per tre capitoli del Tamid. Sebbene il tema non fosse rilevante per la vita nelle accademie babilonesi, la Gemara è stata inclusa per seguire l'idea che lo studio delle leggi del servizio al Tempio è un sostituto del servizio stesso. Inoltre i saggi rabbinici volevano meritarsi la ricostruzione del Tempio prestando particolare attenzione a queste leggi. Tuttavia nel moderno ciclo Daf Yomi[2] e nelle edizioni stampate del Talmud babilonese la Mishnah per gli ultimi due trattati è aggiunta alla fine per "completare" l'ordine.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Quanto segue secondo la descrizione e sistematizzazione del The Talmud, cur. N. Solomon, Penguin Books (2009), pp. v-viii e 740-741.
  2. ^ Daf Yomi (in ebraico: דף יומי ?, "pagina [del] giorno" o "foglio giornaliero") è un programma quotidiano di studio del Bavli, un foglio/pagina (un daf, o "blatt" in yiddish, consiste di entrambe la facciate della pagina) al giorno. Seguendo questo programma, l'intero Talmud dovrebbe esser completato, giorno per giorno, in un ciclo di sette anni e mezzo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]