Erik Spiekermann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Erik Spiekermann (Stadthagen, 30 maggio 1947) è un designer e disegnatore di caratteri tipografici tedesco.

Spiekermann, 2014

È professore all'Università delle Arti di Brema.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studia storia dell'arte alla Free University di Berlino, finanziandosi con l'attività di stampatore e tipografo[1].

Tra il 1972 e il 1979 lavora come grafico freelance a Londra, prima di tornare a Berlino per fondare lo studio MetaDesign, dal quale usciranno noti marchi corporativi come Audi, Volkswagen, e il logo e la segnaletica dell'aeroporto di Dusseldorf.

Nel 1989 co-fonda con la moglie Joan e un altro grafico di fama internazionale, Neville Brody, il FontShop, il primo distributore di font digitali.

Nel 2001 abbandona il MetaDesign e fonda lo studio United Designers Network, con uffici a Berlino, Londra e San Francisco.

Nel 2006 ottiene una laurea ad honorem dall'Art Center College of Design di Pasadena per il suo contributo al design[2], e il German Federal Design Prize per il suo lavoro per la segnaletica della Deutsche Bahn, la società ferroviaria tedesca.[2]

Lo United Designers Network è stato rinominato nel gennaio 2007 "SpiekermannPartners", e nel gennaio 2009, "EdenSpiekermann"[3] .

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Erik Spiekermann su Atypi.org
  2. ^ a b Erik Spiekermann, European Design Awards, 2006.
  3. ^ Official press release

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 20490356 LCCN: n93061259