Eparchia di Stryj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eparchia di Stryj
Eparchia Striensis
Chiesa ucraina
Suffraganea dell' arcieparchia di Leopoli
Coat of arms of Stryi (UGCC).svg  
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Eparca Taras Sen'kiv, O.M.
Ausiliari Bohdan Manyshyn
Sacerdoti 220 di cui 206 secolari e 14 regolari
1.736 battezzati per sacerdote
Religiosi 60 uomini, 15 donne
Diaconi 4 permanenti
Abitanti 422.000
Battezzati 382.000 (90,5% del totale)
Superficie 4.100 km² in Ucraina
Parrocchie 345
Erezione 21 luglio 2000
Rito bizantino
Indirizzo vul. Shewchenko 80, Box 49, 82400 Stryj, Ukraina
Sito web stryi.ugcc.org.ua
Dati dall'Annuario Pontificio 2010 * *
Chiesa cattolica in Ucraina

L'eparchia di Stryj (in latino: Eparchia Striensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcieparchia di Leopoli. Nel 2009 contava 382.000 battezzati su 422.000 abitanti. È attualmente retta dall'eparca Taras Sen'kiv, O.M.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'eparchia comprende la parte centro-orientale dell'oblast' di Leopoli. Il territorio è indicato in verde chiarissimo a ovest nella mappa riportata a destra.

Sede eparchiale è la città di Stryj, dove si trova la cattedrale di Santa Maria.

Il territorio è suddiviso in 345 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'eparchia è stata eretta dal Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ucraina il 21 luglio 2000, ricavandone il territorio dall'arcieparchia di Leopoli, di cui originariamente era suffraganea. Il 12 ottobre papa Giovanni Paolo II ha dato la sua benedizione a questa erezione.[1]

Il 29 agosto 2005 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcieparchia di Kiev.

Il 20 gennaio 2010 papa Benedetto XVI ha accolto la dichiarazione di impedimento dell'eparca Julian Gbur formulata dal Sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina a seguito della malattia dell'eparca. Benché previsto dal diritto canonico, si tratta di un caso molto raro.

Il 21 novembre 2011 è tornata a essere suffraganea dell'arcieparchia di Leopoli.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Julian Gbur, S.V.D. † (21 luglio 2000 - 20 gennaio 2010 dimesso)
    • Taras Sen'kiv, O.M. (20 gennaio 2010 - 2 aprile 2014 nominato eparca) (amministratore apostolico)
  • Taras Sen'kiv, O.M., dal 2 aprile 2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'eparchia al termine dell'anno 2009 su una popolazione di 422.000 persone contava 382.000 battezzati, corrispondenti al 90,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
2000 235.562 475.900 49,5 214 185 29 1.100 29 363
2001 320.000 420.000 76,2 190 183 7 1.684 7 73 327
2002 320.000 420.000 76,2 196 186 10 1.632 11 15 341
2003 319.043 420.000 76,0 202 195 7 1.579 1 7 2 342
2004 317.220 420.000 75,5 215 208 7 1.475 1 18 4 344
2009 382.000 422.000 90,5 220 206 14 1.736 4 60 15 345

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sessione Plenaria 2002 della Congregazione per le Chiese Orientali. V. Erezione di circoscrizioni ecclesiastiche.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi