Arcieparchia di Kiev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcieparchia di Kiev
Archieparchia Kioviensis
Chiesa ucraina
Україна, Київ, Собор УГКЦ (1).jpg
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Arcivescovo maggiore Svjatoslav Ševčuk
Ausiliari Josyf Miljan, M.S.U.
Arcivescovi emeriti cardinale Ljubomyr Huzar, M.S.U.
Sacerdoti 56 di cui 43 secolari e 13 regolari
4.303 battezzati per sacerdote
Religiosi 19 uomini, 26 donne
Diaconi 9 permanenti
Battezzati 241.000
Parrocchie 75
Erezione 15 dicembre 1596
Rito bizantino
Indirizzo vul. Riznycka 11B/28-29, 01011 Kyïv, Ukraina
Dati dall'Annuario Pontificio 2013 * *
Chiesa cattolica in Ucraina

L'arcieparchia di Kiev (in latino: Archieparchia Kioviensis) è una sede metropolitana della Chiesa greco-cattolica ucraina. Nel 2012 contava 241.000 battezzati. Sede propria dell'arcivescovo maggiore, è attualmente retta dall'arcivescovo maggiore Svjatoslav Ševčuk.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia comprende le oblast' di Čerkasy, Černihiv, Kiev, Vinnycja e Žytomyr. Il territorio è indicato in viola nella mappa riportata a destra.

Sede arcieparchiale è la città di Kiev, dove si trova la cattedrale della Risurrezione, inaugurata nel 2011.

Il territorio è suddiviso in 75 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparcha di Kiev fu eretta tra il 976 e il 998 ed era originariamente soggetta al patriarca di Costantinopoli.

In seguito al Grande Scisma la sede di Kiev fu una sede della Chiesa ortodossa.

A metà del XV secolo il metropolita Izydor sottoscrisse al Concilio di Firenze l'unione con la Chiesa cattolica, che però non ebbe immediata applicazione.

Il 15 dicembre 1596 il metropolita Mychajlo Rohoza sottoscrisse l'Unione di Brest e da allora l'arcieparchia fu unita alla Chiesa cattolica. Solo nel 1620 fu ristabilita una circoscrizione ecclesiastica ortodossa parallela, che fu ufficializzata tra il 1632 e il 1633.

L'arcieparchia cattolica fu soppressa nel 1838 in seguito alla repressiva politica zarista, che portò alla soppressione di tutte le circoscrizioni ecclesiastiche greco-cattoliche dell'impero russo e alla conversione forzata dei fedeli all'ortodossia.

L'esarcato arcivescovile di Kiev-Vyšhorod fu eretto il 25 novembre 1995.

L'11 gennaio 2002 e il 28 luglio 2003 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente dell'esarcato arcivescovile di Donec'k-Charkiv e dell'esarcato arcivescovile di Odessa-Crimea.

Il 6 dicembre 2004 l'esarcato arcivescovile è stato elevato al rango di arcieparchia metropolitana assumendo il nome attuale, e contestualmente è divenuta la sede propria dell'arcivescovo maggiore di Kyïv-Halyč.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Mychajlo Rohoza † (15 dicembre 1596 - agosto 1599 deceduto)
  • Ipatij Poty, O.S.B.M. † (15 novembre 1600 - 18 luglio 1613 deceduto)
  • Josyf Veliamyn Rucky, O.S.B.M. † (5 aprile 1614 - 5 febbraio 1637 deceduto)
  • Rafajil Korsak, O.S.B.M. † (5 febbraio 1637 succeduto - 28 agosto 1640 deceduto)
  • Antin Selava † (18 marzo 1641 - 1655 deceduto)
  • Havryil Kolenda † (22 aprile 1665 - 21 maggio 1674 deceduto)
  • Kyprian Žochovskyj † (21 maggio 1674 succeduto - 1694 deceduto)
  • Lev Slubyč-Zalensky, O.S.B.M. † (19 settembre 1695 - 24 agosto 1708 deceduto)
  • Juryj Vinnic'kyj, O.S.B.M. † (7 maggio 1710 - 1713 deceduto)
  • Lev Luka Kiška, O.S.B.M. † (17 settembre 1714 - 1728 deceduto)
  • Atanasy Szeptytzkyj † (17 agosto 1729 - 12 dicembre 1746 deceduto)
    • Sede vacante (1746-1748)
  • Florian Hrabnickyj † (16 dicembre 1748 - 18 luglio 1762 deceduto)
  • Feliks Filipp Volodkovič, O.S.B.M. † (18 luglio 1762 succeduto - 1º febbraio 1778 deceduto)
  • Leon Szeptytzkyj † (1º febbraio 1778 succeduto - 13 maggio 1779 deceduto)
  • Jason Smogorževskyj † (25 giugno 1781 - prima del 27 settembre 1788 deceduto)
  • Teodor Rostocky † (1788 succeduto - 25 gennaio 1805 deceduto)
  • Iraklyj Lisovskyj † (24 luglio 1806 - 30 agosto 1809 deceduto)
  • Hryhory Kochanoviyč † (1810 - 1814 deceduto)
    • Sede vacante (1814-1817)
  • Josafat Bulhak, O.S.B.M. † (22 settembre 1818 - 9 marzo 1838 deceduto)
    • Sede soppressa (1838-1995)
  • Ljubomyr Huzar, M.S.U. (25 novembre 1995 - 22 febbraio 1996 nominato vescovo ausiliare di Leopoli)
  • Mychajlo Koltun, C.SS.R. (13 novembre 1996 - 7 novembre 1997 dimesso)
  • Vasyl' Ihor Medvit, O.S.B.M. (7 novembre 1997 - 6 dicembre 2004 nominato vescovo di curia dell'arcivescovato maggiore di Kyïv-Halyč)
  • Ljubomyr Huzar, M.S.U. (29 agosto 2005 - 10 febbraio 2011 dimesso) (per la seconda volta)
  • Svjatoslav Ševčuk, dal 23 marzo 2011

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia al termine dell'anno 2012 contava 241.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
2001 367.000  ?  ? 67 54 13 5.477 4 13 19 127
2003 200.200  ?  ? 63 48 15 3.177 3 15 16 48
2009 240.000  ?  ? 30 13 43 5.581 7 18 13 51
2012 241.000  ?  ? 56 13 43 4.303 9 19 26 75

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]