Enrico II di Lussemburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico II di Lussemburgo
Heinrich von Bayern.jpg
Conte di Lussemburgo
In carica 1026 –
1047
Successore Enrico VII di Baviera/Enrico II di Lussemburgo
Morte 1047
Dinastia Casata delle Ardenne
Padre Federico
Madre Ermentrude

Enrico II di Lussemburgo, o Enrico VII di Baviera (... – 16 ottobre 1047), è stato conte di Lussemburgo dal 1026 e duca di Baviera dal 1042 fino alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Federico, Conte di Moselgau e probabilmente di Ermentrude di Geilberg.

Nel 1026 ereditò il territorio di Lussemburgo da suo zio Enrico I. Questo includeva l'abbazia di San Massimino a Treviri e San Willibrord a Echternach. Nel 1042 ricevette in dono la Baviera dall'imperatore Enrico III il Nero, il quale l'aveva ereditata lui stesso ma preferì avere un duca residente nel territorio che potesse fronteggiare gli attacchi di Samuele Aba d'Ungheria.

Non si sposò mai. Suo fratello Giselberto gli succedette in Lussemburgo, mentre la Baviera tornò all'imperatore che la donò a Corrado I, noto come Cuno.

Predecessore Conte di Lussemburgo Successore
Enrico I 1026 - 1047 Giselbert