Ellen J. Kullman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ellen J. Kullman

Ellen Jamison Kullman (Wilmington, gennaio 1956) è una dirigente d'azienda e ingegnere statunitense, attuale presidente, chairman e amministratore delegato della DuPont.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ultima dei quattro figli di Joseph e Margaret Jamison, Ellen studiò ingegneria meccanica e successivamente nel 1983 conseguì un master's degree in gestione aziendale dalla Northwestern University.

Dopo gli studi cominciò la sua carriera alla General Electric e nel 1988 iniziò a collaborare con la DuPont come direttore marketing.

Dal 2004 al 2008 fu direttrice e membro del consiglio di amministrazione della General Motors.

Il 1º ottobre 2008 il consiglio della DuPont nominò la Kullman presidente e direttore della società, per poi affidarle anche l'incarico di CEO a partire dal 1º gennaio 2009. La Kullman divenne così il diciannovesimo amministratore delegato della società e la prima donna a guidare la compagnia dopo 206 anni dalla sua fondazione[1].

La Kullman è stata spesso citata da molte fonti autorevoli come una delle donne più influenti al mondo. Per esempio la rivista Fortune l'ha inclusa più volte nella sua lista delle 50 donne più potenti: nel 2008 era al quindicesimo posto[2], nel 2009 e nel 2010 al settimo[3][4]. Il Wall Street Journal l'ha messa all'ottavo posto nella classifica delle "50 donne da tenere sott'occhio nel 2008"[5] e la rivista Forbes l'ha citata ripetutamente nella sua lista delle 100 donne più potenti del mondo: nel 2008 era all'ottantaseiesimo posto[6], nel 2009 al settimo[7] e nel 2010 al diciottesimo[8].

Ellen Kullman è sposata con Michael Kullman, dal quale ha avuto tre figli: Maggie e i gemelli Stephen e David.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il CdA di DuPont nomina Ellen J. Kullman nuovo President e Director; a partire dal 1 gennaio 2009 assumerà anche la carica di CEO, DuPont.com. URL consultato il 12-07-2011.
  2. ^ (EN) 15. Ellen Kullman, Fortune. URL consultato il 12-07-2011.
  3. ^ (EN) 7. Ellen Kullman, Fortune. URL consultato il 12-07-2011.
  4. ^ (EN) 7. Ellen Kullman, Fortune. URL consultato il 12-07-2011.
  5. ^ (EN) The 50 Women to watch 2008, The Wall Street Journal. URL consultato il 12-07-2011.
  6. ^ (EN) #86 Ellen J. Kullman, forbes.com. URL consultato il 12-07-2011.
  7. ^ (EN) #7 Ellen Kullman, forbes.com. URL consultato il 12-07-2011.
  8. ^ (EN) #18 Ellen Kullman, forbes.com. URL consultato il 12-07-2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie