Elettrotreno FCE M.88

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elettrotreno M.88
Elettrotreno
Firema M.88.01 ancora non battezzata "Norma"
Firema M.88.01 ancora non battezzata "Norma"
Anni di progettazione 1998
Anni di costruzione 1998-2006
Anni di esercizio 2001
Quantità prodotta 7 unità doppie ( 8 a fine fornitura)
Costruttore Firema
Elettrotreno
Dimensioni 39.530 x 2.850 x 3.390 mm
Capacità 442 posti complessivi (72 a sedere)
Quota del piano di calpestio 1.100 mm
Interperno 12.950 mm
Passo dei carrelli 2.300 mm
Massa in servizio 121 t
Massa vuoto 89 t
Rodiggio B'o-B'o + B'o-B'o
Diametro ruote motrici 850 mm
Potenza continuativa 2400 kW
Velocità massima omologata 120

L'Elettrotreno M.88 è un convoglio binato a trazione elettrica a 3000 volt a corrente continua accoppiato permanentemente di costruzione Firema in servizio sulla Metropolitana di Catania.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'elettrotreno è stato concepito come rotabile di prima fornitura per la nuova metropolitana della città, da immettere in servizio all'inizio del 2000 in sostituzione delle obsolete elettromotrici Stanga trasferite dalla Ferrovia Centrale Umbra[1]. Le consegne delle ulteriori 3 unità sono avvenute entro il 2001[2]. Le 4 unità hanno ricevuto ciascuna un nome di battesimo femminile ispirato ai personaggi di Vincenzo Bellini: Norma, Beatrice, Elvira, Zaira. Nel 2008 è stata consegnata la prima unità della seconda fornitura, M.88.05, che ha ricevuto il nome Rita[3] in ricordo della giornalista vittima dell'attentato terroristico di Sharm el-Sheikh del 23 luglio del 2005.

Il 27 aprile 2011 furono consegnate altre due unità, portando a sette il numero totale del parco, che vennero battezzate "Brigante" e "Donatello", in evidente polemica con le celebrazioni per il 150º anniversario dell'Unità d'Italia tenutesi nello stesso periodo; il nome della prima si riferisce infatti al fenomeno del brigantaggio postunitario nell'ex Regno delle Due Sicilie, quello della seconda al suo più noto esponente: il brigante Carmine Crocco detto "Donatello".[4][5]

Elettromotrice M88.08 "Donatello"

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La struttura del rotabile è in lega leggera con tecnologia avanzata di grandi profilati estrusi di alluminio. Il convoglio è a due casse inscindibili, comunicanti solo con porta di servizio, munite di 8 porte ad espulsione per fiancata; sono montate ciascuna su 2 carrelli di cui uno di trazione e uno portante. La sospensione secondaria è pneumatica e autolivellante. Il circuito di controllo della potenza è ad inverter a GTO; i motori sono del tipo asincrono trifase raffreddati ad aria forzata. Due gruppi statici ausiliari di conversione, 3000 Vcc/380 Vca, 50 Hz, forniscono l'energia elettrica per gli usi di bordo e per la carica delle batterie[6] Le apparecchiature elettriche sono montate nei sottocassa mentre i reostati di frenatura e recupero e la climatizzazione sono sull'imperiale. La corrente è captata dalla linea aerea mediante pantografo.

Il sistema frenante è di 3 tipi: frenatura elettrica reostatica e con recupero di energia, pneumatica a dischi su ogni asse e elettromagnetica a pattini.

Ogni convoglio è accoppiabile mediante accoppiatori automatici e telecomandabile fino a tre unità. La sicurezza dei passeggeri viene garantita da impianti di videosorveglianza e da citofoni di emergenza. La capacità complessiva di posti è di 442 con due posti attrezzati per disabili[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Umbre per Catania, in "I Treni" n. 206 (luglio-agosto 1999), p. 7
  2. ^ Metropolitana di Catania, i treni
  3. ^ Trenomania:Immagine e note
  4. ^ Elettrotreni per Catania in I Treni, anno XXXI, nº 338, giugno 2011, pp. 8-9, ISSN 0392-4602.
  5. ^ Siciliaway.it:Brigante e Donatello, gli ultimi nati in casa Fce
  6. ^ FIREMA, op. cit., p.1
  7. ^ FIREMA, op. cit., p.2
Elettr.M.88.04 Zaira nel 2004

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • FIREMA, Electrical Unit M88 for Ferrovia Circumetnea, pp.1-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti