Eglon Hendrik van der Neer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scena di inetrno con una donna che si lava le mani, 1655-1660 circa, Gemäldegalerie di Berlino

Eglon Hendrik van der Neer (Amsterdam, 1634Düsseldorf, 3 maggio 1703) è stato un pittore olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore di paesaggi Aert van der Neer, fu allievo presso il padre e, successivamente, Jacob van Loo. A differenza del padre fu un pittore intraprendente, che raggiunse un notevole successo tra i contemporanei. inizialmente visse in francia, per poi trasferirsi ad Amsterdam, Rotterdam (dove fu maestro di Adriaen van der Werff), l'Aia e Bruxelles. Nel 1687 divenne pittore di corte di Carlo II di Spagna e tre anni dopo dell'elettore palatino Giovanni Guglielmo, trasferendosi a Düsseldorf, dove morì nel 1703.

Fu pittore soprattutto di ritratti e scene di genere di ambientazione aristocratica, sullo stile di Gerard ter Borch e Gabriel Metsu. I suoi interni sono arredati sontuosamente, le vesti delle nobildonne in ricche sete, e spesso è presente una sottile trama erotica.

Un piccolo gruppo di opere di stile più miniaturistico, basate su modelli più vecchi, si colloca in netto contrasto con l'opulernza della produzione ufficiale, ed è da ascrivere probabilmente al soggiorno a Düsseldorf.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49495865

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura