Edward Low

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward Low

Edward Low (Inghilterra, 1690Martinica, 1724) è stato un pirata inglese. Fu uno dei più temibili pirati nel periodo d'oro della pirateria. Si calcola che il suo equipaggio catturò centoquaranta navi, il che ne fa il più pericoloso pirata dei mari occidentali dopo Black Bart.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nella cittadina di Westminster, Londra nel 1690.Poi lasciò l'Inghilterra per fuggire a Boston dove si sposò con Elisa Marmo. Insieme ebbero due figli ma uno, il maschio, morì da piccolo e rimase solo la sorella; la madre Elisa morì sul lavoro. Edward lavorò come taglialegna fino al 1721 nelle Honduras.

Edward decise quindi di entrare a far parte, nel 1722,di un gruppo di marinai a bordo di uno sloop diretto all'Honduras.Dopo un ammutinamento fallito, gli uomini vennero costretti a lasciare la barca.Low decise quindi di riprendersi lo sloop e diventarne il capitano.

Jolly Roger[modifica | modifica wikitesto]

La prima bandiera utilizzata da Edward era di colore verde con una figura gialla rappresentante un uomo che suonava la tromba. Poi cambiò bandiera e divenne la sua Jolly Roger definitiva: era tutta nera e vi era rappresentato uno scheletro rosso; significava che l'equipaggio infliggeva torture orribili.

Carriera da pirata[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un periodo con il grado di tenente decise di tornare un pirata e allora prese un brigantino,ribattezzato "Rebecca".Con questo attaccò 13 navi da pesca a largo dell'New England;poi fece il colpo grosso attaccando una goletta che rinominò "Fancy".

A questo punto venne messa una taglia sulla sua testa e quindi fuggì nelle Azzorre.Qui assaltò molte navi e città torturando i suoi nemici e poi uccidendoli.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì poi nel 1724 sconfitto dalla nave inglese Greyhound dopo una battaglia durata ben otto ore avvenuta nei pressi di Martinique, nei Caraibi.

Influenze nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Ha ispirato il personaggio di Trafalgar Law nel manga One Piece.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]