Dittaino (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dittaino
Stato Italia Italia
Regioni Sicilia Sicilia
Lunghezza 100 km
Portata media 7 m³/s
Affluenti Valguarnera
Sfocia Simeto

Il Dittaino (dall'arabo Wādī al-tīn, "Fiume d'argilla"), noto in epoca ellenista come Chrysas, è un fiume della Sicilia centrale, importante affluente del Simeto, che attraversa, in larga parte, la Piana di Catania.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La lunghezza del fiume è di circa 105 chilometri attraverso la Piana di Catania. Nasce sulle montagne attorno ad Enna e si compone di più rami confluenti: il fiume Bozzetta, lungo 17 km, con i vari suoi affluenti tra cui il torrente Girgia, il torrente Valguarnera e il torrente Crisa che vi si unisce presso la stazione ferroviaria di Pirato. Da qui ha origine il Dittàino vero e proprio, che conclude la sua corsa come affluente di destra del fiume Simeto in contrada Melisimi. Come la maggior parte dei fiumi siciliani ha regime idrico incostante e nei periodi di massima piovosità giunge anche a straripare inondando le campagne circostanti a volte con gravi danni alle colture e ai mezzi di comunicazione.

È costeggiato in gran parte dalla SS. 192 (della Valle del Dittàino) e dalla ferrovia Catania-Palermo.

Il corso del fiume bagna due province; la Provincia di Enna, dove nasce, e la Provincia di Catania.

Area Industriale del Dittaino - Polo Industriale di Enna[modifica | modifica sorgente]

La vallata del fiume Dittaino, nelle aree contigue all'omonima stazione ferroviaria RFI della linea Catania-Palermo, costituisce oggi un'area che polarizza una crescente attività edilizia e industriale.

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia