Del Shannon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Del Shannon
Del Shannon nel 1965
Del Shannon nel 1965
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock and roll[1]
Periodo di attività 1958-1990
Album pubblicati 17
Studio 16
Live 1
Sito web

Charles Weedon Westover, in arte Del Shannon (Grand Rapids, 30 dicembre 1934Santa Clarita, 8 febbraio 1990), è stato un cantautore e produttore discografico statunitense. È conosciuto soprattutto per la canzone Runaway che raggiunse il primo posto in classifica nel 1961 negli Stati Uniti.

Emulo di Roy Orbison e considerato all'epoca un idolo per adolescenti fu un rocker originale ed atipico, tra i primi a scriversi le canzoni e che raccontava di sconfitte ed abbandoni anticipando di qualche anno tematiche proprie della british invasion.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto in un piccolo paese del Michigan, Coopersville, imparò presto a suonare chitarra e l'ukulele grazie all'ascolto di artisti di genere country and western come Hank Williams, Hank Snow e Lefty Frizzell. Nel 1954 entrò nell'esercito dove venne inviato in Germania dove formò il suo primo gruppo: i Cool Flames.

Finito il servizio militare ritornò in patria dove trovò lavoro come autista, suonando la chitarra ritmica in un gruppo locale per un club. Quando il cantante del gruppo venne licenziato dal titolare, ne divenne il sostituto e cambiò il nome del gruppo in Big Little Show Band. Nel 1959 nel gruppo entrò il tastierista Max Crook che suonava un nuovo strumento di sua invenzione: il musitron progenitore degli odierni sintetizzatori.[2] Crook riuscì a convincere un DJ di Ann Arbor ad ascoltare il gruppo. Vennero inviati dei nastri demo ad una piccola etichetta la Bigtop records che nel 1960 li mise sotto contratto. Il produttore suggerì a Westover di cambiare nome e così scelse "Del Shannon" composto dai soprannomi di un'automobile, la Cadillac Coupe de Ville e di un wrestler del locale dove suonavano.

Dopo un primo tentativo infruttuoso a New York, il gruppo registrò il primo loro singolo nel febbraio del 1961: Runaway canzone triste e pessimista che ottenne in breve un clamoroso ed inaspettato successo raggiungendo il primo posto della Hot 100 di Billboard nel mese di aprile.[3] Fu seguito da altri singoli come Little Town Flirt e Hats Off to Larry, di buon successo, e fu il primo gruppo a presentare negli USA una cover dei Beatles, From Me to You, che entrò in classifica prima dell'originale.[1]

Per divergenze con la vecchie etichetta, nel 1963 ne fondò una propria: la Berlee, che durò solo 2 singoli, e nel 1964 firmò con la Amy Records. Nello stesso anno pubblicò un album tributo, dedicato al proprio ispiratore: Del Shannon sings Hank Williams.

Shannon fu l'apri concerto di Ike and Tina Turner al Hullabaloo, di Los Angeles, California, il 22 dicembre 1965.

Nel 1966 passò alla Liberty con la quale pubblicò Under My Thumb, cover dei Rolling Stones. Nel 1967 registrò un album, Home And Away, con il produttore dei Rolling Stones Andrew Loog Oldham, e dall'album, pubblicato solo nel 1978, vennero estratti alcuni singoli. Non ottenendo grossi successi, per un po' di anni passò alla produzione di artisti come gli Smith e Brian Hyland.

Cominciarono in questo periodo i primi problemi d'alcolismo che rallentarono la produzione musicale. Nel 1982 uscì, prodotto da Tom Petty, Drop Down and Get Me, composto quasi interamente da Del, ma non ottenne il successo degli anni d'oro.

Partecipò in seguito ad un disco degli The Smithereens nel 1988, e successivamente registrò con Jeff Lynne, tanto che si pensava che sarebbe entrato nei Traveling Wilburys dopo la morte di Roy Orbison.[1] Ma l'8 febbraio del 1990, sofferente di depressione, si suicidò con una calibro 22 nella sua casa in California. I Traveling Wilburys vollero rendergli omaggio con una loro versione di Runaway, che però non uscì mai in un album del gruppo.

Il suo nome viene inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1999.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d http://www.allmusic.com/artist/del-shannon-mn0000194018/biography
  2. ^ a b http://www.scaruffi.com/vol1/shannon.html
  3. ^ http://www.allmusic.com/artist/del-shannon-mn0000194018/awards

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 7653038 LCCN: n91126036