Daniele di Russia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniil Aleksandrovič

Daniil Aleksandrovič in russo: Даниил Александрович? (1261 – 4/5 marzo 1303) è stato un nobile russo, primo principe di Mosca dal 1277 al 1303. Era il figlio minore di Aleksandr Nevskij ed antenato di tutti i Principi di Mosca.

Mentre Daniele era ancora bambino, il Principato di Mosca era governato da tjuni (rappresentanti), nominati dal Gran Principe di Vladimir e Tver', Jaroslav Jaroslavič, zio di Daniele. Nel 1277 ottenne, dal Khan dell'Orda d'Oro, lo jarlyk (concessione) per salire al trono di Mosca. Da quel momento rimase sempre fedele al khan, recandosi anche presso l'Orda, per cui svolse alcuni incarichi. Daniele prese parte, insieme ai suoi fratelli, Dimitri Pereslavskij e Andrej Gorodetskij, alla lotta per il controllo di Vladimir e di Novgorod. Nel 1282, insieme al Principe di Tver', Svjatoslav Jaroslavič, si schierò contro Dmitrij. Dopo il 1283 si schierò nuovamente con il fratello, che riuscì infine a divenire Principe di Vladimir.

Dopo la morte di Dmitrij, nel 1294, Daniele divenne il leader dell'alleanza tra Mosca, Perejaslavl e Tver' contro l'altro fratello Andrej Gorodetskij. La partecipazione di Daniele alla lotta per il controllo di Novgorod, nel 1296 indicò che Mosca stava aumentando la sua influenza. Nel 1300 Daniele combatté contro il principato di Rjazan' e conquistò Kolomna. Dopo la morte di Ivan Dmitrevič (Principe di Perejaslavl), nel 1302, inglobò queste terre al Principato di Mosca. Durante il regno di Daniele, dopo il 1290, vennero eretti i monasteri di Bogojavlenskij e Danilov. Si può affermare che alla sua morte, Mosca era divenuta il più influente principato russo. Daniele Aleksandrovič è stato canonizzato dalla Chiesa ortodossa russa nel 1652.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe di Mosca Successore
Andrea III Gran Principe di Vladimir 1263–1303 Jurij

Controllo di autorità VIAF: 67816011 LCCN: n80039418