DVD-R

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il DVD-R è un disco ottico scrivibile una sola volta che dispone di una capacità dichiarata di 4,7 GB. I produttori di DVD intendono però GB come "miliardo" e non come "1024^3" come normalmente concepito in informatica, facendo sì che la effettiva capacità dei DVD è di 4.700.000.000 Byte (ovvero 4.589.843 KB, ovvero 4.482 MB, ovvero 4,376 GB). Questo tipo di supporto rappresenta una evoluzione dai dischi CD-R, che dispongono di una capienza nettamente inferiore.

Il formato DVD-R è stato sviluppato dalla Pioneer nell'autunno 1997, originariamente con la capacità di 3,95 GB. È supportato dalla maggior parte dei lettori DVD ed è approvato dal DVD Forum. Pioneer ha sviluppato anche una versione Dual Layer di 8,5 GB (7,95 GB reali) che è apparsa nel mercato nel 2005.

Un formato concorrente è il DVD+R. I drive ibridi, che possono gestire entrambi i supporti, sono spesso etichettati DVD±R e Super Multi (il quale include il supporto DVD-RAM) e sono molto diffusi.

Il DVD-R si suddivide in due formati: "DVD-R for Authoring" e "DVD-R for general use". Il primo è destinato alla creazione di copie protette da copyright e il secondo ad un uso più generale, che però non è compatibile con i sistemi di protezione dei DVD-Video. Inoltre entrambi i formati possiedono un'importante differenza nella lunghezza d'onda del laser: 635 nm per i DVD Authoring e 650 nm per i DVD per un uso generale.

A differenza del DVD+R, il DVD-R deve essere finalizzato per la lettura su drive esterni e non ha il sistema ADIP di tracciamento e di controllo della velocità, il quale rende il DVD+R meno suscettibile agli errori.