Cristoforo Colombo (opera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristoforo Colombo
Lingua originale italiano
Genere dramma lirico
Musica Alberto Franchetti
Libretto Luigi Illica
Atti due parti, quattro atti e un epilogo
Prima rappr. 6 ottobre 1892
Teatro Teatro Carlo Felice di Genova
Personaggi
  • Parte prima. La scoperta (Atti I e II)
    • Cristoforo Colombo (baritono)
    • Isabella d'Aragona (soprano)
    • Don Fernan Guevara, capitano delle Guardie del Re (tenore)
    • Don Roldano Ximenes, cavaliere, uomo di fiducia del cardinale Talavera, il confessore della Regina (basso)
    • Marguerite (baritono)
    • Roderigo di Triana (basso)
    • Matheos, capo ciurma (tenore)
    • Tre Pellegrini (basso, tenore, baritono)
    • Un frate (basso)
    • Quattro cavalieri
  • Parte seconda. La conquista (Atti III e IV)
    • Cristoforo Colombo (baritono)
    • Anacoana (mezzosoprano)
    • Iguamota (soprano)
    • Guevara (tenore)
    • Roldano (basso)
    • Diaz (tenore)
    • Marguerite (baritono)
    • Bobadilla (basso)
    • Nanyanka
  • Epilogo
    • Cristoforo Colombo (baritono)
    • Guevara (tenore)
    • Una villanella (mezzosoprano)
  • Cavalieri, Prelati, Cardinali, Vescovi, Dignitari della Corona, Grandi di Spagna, Gentiluomini di cappa e di spada, Mazzieri, Paggi, Guardie del Sant'Uffizio, L'Inquisitore, il cardinale Talavera, Frati di diversi ordini, Monaci, Armigeri, Alabardieri, Frombonieri d'Aragona, Soldati di ventura, Popolani, Marinai, Donne del popolo, Mozzi, Fanciulli, Vecchi, Indiani, Cacichi, Sacerdotesse, Butios, Bobites, Danzatrici

Cristoforo Colombo è un'opera lirica di Alberto Franchetti, su libretto di Luigi Illica. L'opera fu rappresentata per la prima volta al Teatro Carlo Felice di Genova il 6 ottobre 1892.[1]

Gli interpreti della prima rappresentazione furono:[1]

Ruolo Interprete
Cristoforo Colombo Giuseppe Kaschmann
Isabella
Iguamota
Elvira Colonnese
Don Fernan Edoardo Garbin
Don Roldano
Roldano
Francesco Navarrini
Marguerite
2° pellegrino
Antonio Pini-Corsi
Roderigo
3° pellegrino
Vittorio Arimondi
Matheos
1° pellegrino
Diaz
Giovanni Paroli
Frate
4°cavaliere
Pietro Mori
1°cavaliere Attilio Pulcini
2°cavaliere Felice Foglia
3°cavaliere
Bobita
Vittorio Cesarotto
Anacoana Giulia Novelli
Bobadilla Raffaele Terzi
Nanyanka
Villanella
Cesarina Renaudo

L'orchestra era diretta da Luigi Mancinelli.

La prima mondiale dell'opera, appositamente commissionata dalla città di Genova, fu eseguita in occasione delle Feste Colombiane per il 4º centenario della scoperta dell'America.

La partitura prevede la possibilità di unire il terzo e il quarto atto in uno solo, con brani appositi.

L'opera venne successivamente rappresentata anche al Teatro alla Scala il 26 dicembre dello stesso anno.[2] Tra il 1894 e il 1896 seguirono rappresentazioni a Bologna, Torino, Venezia, Napoli. All'inizio del 1900 il lavoro ebbe un certo numero di allestimenti, anche all'estero[3], ma in tempi moderni, è stato poco rappresentato, anche per le difficoltà di messa in scena legate alla sua grandiosità. Una rappresentazione ebbe luogo a Francoforte nel 1991, tra i protagonisti Renato Bruson e Roberto Scandiuzzi.[4]

Giuseppe Depanis, nella recensione dello spettacolo di Genova del 1892, apprezzò in modo particolare l'orchestrazione, giudicando «lo strumentale dei primi due atti e dell'epilogo di una varietà di impasti meravigliosa», mentre negli altri atti «la ricerca dell'originalità e del colore locale» avrebbero nuociuto un po' al livello dell'orchestrazione. Tuttavia Depanis notò che «l'estrema famigliarità del maestro colle risorse strumentali lo spinge talvolta ad abusarne», cosicché l'orchestra in qualche occasione tende a soverchiare le voci, anche perché «il maestro non tratta le voci con la stessa perizia con cui tratta gli strumenti». Nell'opera si fa un uso moderato del leit-motiv wagneriano: i temi vengono usati per contraddistinguere i personaggi e ritornano all'occorrenza, ma non «costituiscono l'ossatura dell'edificio». Depanis fece notare soprattutto il secondo atto, che «si svolge in un ambiente marinaresco delizioso. [...] Dopo il Wagner nessuno ha espresso magistralmente come lui la poesia del mare».

Trama[modifica | modifica sorgente]

La prima parte narra della scoperta dell'America e si svolge nel 1487 (primo atto) e nel 1492 (secondo atto).

La seconda parte narra della conquista e si svolge nel 1503 (tezo e quarto atto) e nel 1506 (epilogo).

L'opera segue le vicende dello scopritore dell'America, dalle difficoltà per organizzare il viaggio (superate grazie all'aiuto di IIsabella), ai problemi durante il viaggio stesso (con l'equipaggio che tenta un ammutinamento), fino alle accuse che gli vengono rivolte, al rientro, di essersi indebitamente arricchito grazie alla scoperta delle nuove terre. La storia termina mostrando i funerali di Isabella, del cui appoggio Colombo non può così più approfittare, e la morte di Colombo stesso, ormai sofferente e delirante.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1991 - Renato Bruson (Cristoforo Colombo), Roberto Scandiuzzi (Don Roldano Ximenes), Rosella Ragatzu (Isabella D'Aragona), Marco Berti (Don Fernan Guevara), Gisella Pasino (Anacoana), Vicente Ombuena (Matheos), Andrea Ulbrich (Yanika), Rosella Ragatzu (Iguamota), Enrico Turco (Bobadilla), Pierre Lefebvre (Diaz), Fabio Previati (Marguerite), Dalibor Jenis (Il Vecchio) - Direttore: Marcello Viotti - Orchestra della Radio di Francoforte. Coro della Radio di Budapest - Koch-Schwann[5]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Raffaele Manica, Cristoforo Colombo, in Piero Gelli, Dizionario dell'opera, Milano, Baldini & Castoldi, 1996, ISBN 88-8089-177-4.
  • Giuseppe Depanis, Cristoforo Colombo - Dramma lirico di Alberto Franchetti - V. La Musica, La Stampa, 11 ottobre 1892, pagine 2-3

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b almanacco di amadeusonline (consultato il 12 aprile 2021)
  2. ^ almanacco di amadeusonline (consultato il 12 aprile 2021)
  3. ^ almanacco di amadeusonline (consultato il 12 aprile 2021)
  4. ^ almanacco di amadeusonline (consultato il 12 aprile 2021)
  5. ^ Alberto Franchetti - Cristoforo Colombo - Marcello Viotti (1991), Operaclass.com. URL consultato il 14 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica